menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consorzi, Stellato: Si recuperi spirito legge regionale in materia di rifiuti

Napoli - Audizione, in questi giorni prefestivi, in VII Commissione, per il problema riguardante la gestione dei Consorzi di Bacino ed in particolare del Consorzio Unico delle province di Napoli e Caserta, nonché della società provinciale...

Audizione, in questi giorni prefestivi, in VII Commissione, per il problema riguardante la gestione dei Consorzi di Bacino ed in particolare del Consorzio Unico delle province di Napoli e Caserta, nonché della società provinciale costituita per la gestione dell'impiantistica, in conseguenza dell'intervento della Corte Costituzionale. In sostanza la Corte ha ritenuto che il soggetto deputato alla gestione dei rifiuti non può essere individuato sulla scorta di un modello unico né tantomeno può essere rappresentato da una società ad integrale capitale pubblico. Tale strumento, infatti, non inserito in un meccanismo concorrenziale, e con la conseguente esclusione di una possibilità comparativa delle proposte anche da parte dei soggetti privati, violerebbe le normative comunitarie in tema di concorrenza.
La Commissione, dopo aver ascoltato gli interventi dei rappresentanti del Consorzio di Salerno, dott. Fiorillo, e di Caserta, dott. Venditto, i rappresentarti dei comuni, tra i quali l'Assessore Giacomelli del Comune di Napoli, ha stabilito di chiedere un intervento alla Giunta che consentisse alle strutture attualmente esistenti di funzionare in concreto. Il consigliere Stellato ha sottolineato la necessità e l'urgenza di intervenire recuperando i contenuti e lo spirito della legge regionale in materia di rifiuti.

"In questa materia i ritardi e le difficoltà sono stati anche determinati dalla sovrapposizione di fonti normative statali - spiega Stellato - che non hanno assolutamente fornito contributi concreti alla soluzione dei problemi organizzativi. In sostanza il confuso intervento legislativo statale ha contribuito ad aumentare e non a dipanare i problemi strutturali in una materia indubbiamente complessa, nella quale solo la reale conoscenza delle problematiche del territorio potrebbe indicare la strada per individuare una strategia per uscire realmente dalla crisi. La questione comunque ritornerà in ambito regionale con tutti gli irrisolti problemi che la gestione commissariale non è riuscita ad affrontare".
Alla discussione hanno preso parte anche il consigliere Chessa ed il Consigliere Colasanto. I lavori sono stati coordinati dal Presidente Ragosta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento