menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

D'Ercole: 'Ddl per associazioni promozione sociale De Felice presa in giro'

Napoli - "Soltanto una dimenticanza o la dimostrazione che al governo regionale non interessa più di tanto l'attività dei Consiglieri regionali?". Se lo chiede il Capo dell'opposizione in Consiglio regionale, Francesco D'Ercole, dopo aver letto...

"Soltanto una dimenticanza o la dimostrazione che al governo regionale non interessa più di tanto l'attività dei Consiglieri regionali?". Se lo chiede il Capo dell'opposizione in Consiglio regionale, Francesco D'Ercole, dopo aver letto che fra gli atti all'ordine del giorno dell'ultima Giunta Regionale, c'era un disegno di legge, presentato dall'assessore regionale alle politiche sociali, Alfonsina De Felice, relativo alle associazioni di promozione sociale. "Alla professoressa De Felice - continua D'Ercole - vorrei ricordare che il 27/3/2007 il gruppo regionale di Alleanza Nazionale (oggi Pdl) ha presentato una proposta di legge, con primo firmatario proprio il sottoscritto, inerente "le norme per la promozione, il riconoscimento e lo sviluppo delle associazioni di promozione sociale e per la regolamentazione dei rapporti con la regione e gli enti locali". "In pratica - aggiunge - una proposta di legge (iscritta al numero 253 del registro generale) che aveva, ed ha lo stesso obiettivo. Siamo all'ennesima conferma che Bassolino & c., non hanno alcun rispetto per il Consiglio regionale e vanno avanti per la loro strada senza tenere in alcun conto, il lavoro e le prerogative dei consiglieri, dimenticando che anche i 60 componenti dell'assemblea stati eletti dai campani e li rappresentano". "La sensazione che ricaviamo da tutto questo - rileva - è che da parte dell'assessore De Felice non ci sia alcuna volontà di licenziare questa normativa. Altrimenti, non avrebbe atteso la fine della legislatura per presentarla, ma si sarebbe attivata per tempo, chiedendo alle commissioni ed al Consiglio di accelerare l'iter della proposta da noi sottoscritta nel lontano 2007. A quel punto, con due anni davanti, ci sarebbe stato tutto il tempo per approvarla". "Diciamolo francamente - conclude D'Ercole - presentare questo disegno di legge a pochi mesi dalla fine della legislatura e, con le fibrillazioni esistenti all'interno della maggioranza che impedisco qualsiasi attività legislativa all'assemblea, rappresenta soltanto l'ennesima presa in giro dei cittadini, cui si promette certo, per mancare sicuro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Incidenti stradali

    Muore a 25 anni dopo un drammatico incidente in auto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento