menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Aaccordi di reciprocit, comune all'avanguardia

Casapesenna - Casapesenna, caput mundi. L'affermazione non è affatto esagerata, a considerare il ruolo che il comune sta giocando in quanto ente capofila del coordinamento dei 19 comuni che ha stipulato l'accordo di reciprocità con la regione...

Casapesenna, caput mundi. L'affermazione non è affatto esagerata, a considerare il ruolo che il comune sta giocando in quanto ente capofila del coordinamento dei 19 comuni che ha stipulato l'accordo di reciprocità con la regione Campania.
Parliamo degli accordi di reciprocità che prevedono un finanziamento compreso tra i 50 e 70 milioni di euro e che consentiranno il rilancio territoriale di quell'agro aversano "ricco di storia" e "dotato di una identità ben definita" come è stato espressamente dichiarato dagli esperti nel manifesto d'intenti che è alla base dell'iniziativa.
Gli accordi di reciprocità, per la cronaca, hanno debuttato con la sperimentazione decisa da palazzo santa lucia di Napoli fin dal marzo 2006 e con il via definitivo il 19 giugno di quest'anno. In quella data, la regione ha previsto gli accordi di reciprocità quale strumento attuativo del programma regionale FAS 2007/2013.
I 19 comuni del comprensorio aversano - che costituiscono il cd. Partenariato istituzionale locale -stanno lavorando sodo ad un Piano Strategico Territoriale e hanno già provveduto a formare un tavolo tecnico che lavora in sinergia con le facoltà di Capua e Aversa, rispettivamente di economia aziendale e ingegneria. A loro il compito di gestire la fase progettuale e di partorire appunto quel progetto, che è il traguardo essenziale per chiedere ed ottenere il finanziamento previsto dai fondi Fers.
Le finalità del bando sono lo sviluppo economico e l'individuazione,appunto di un progetto portante. Il comprensorio aversano ha anche già individuato la direttrice progettuale: il ciclo integrato delle acque.
Il fronte sul quale, ora, il lavoro si fa più pressante è quello relativo ai forum di ascolto. In considerazione del fatto che gli stessi Accordi impongono di definire le linee di sviluppo "adeguate a perseguire gli obiettivi comuni, attraverso strumenti di programmazione negoziata".
"Appunto quello che stiamo facendo, registrando il massimo successo di partecipazione - dichiara Fortunato Zagaria, sindaco del comune capofila di Casapesenna - Abbiamo, infatti, già provveduto ad organizzare tre forum d'ascolto veramente produttivi e forieri di consigli ed idee che non potranno che essere recepite al meglio per il progetto portante".

Per la cronaca, i forum si sono svolti nei giorni 13 e 16 di questo mese. Nell'ordine, hanno rigurdato prima le imprese del commercio e del turismo e poi per gli ordini professionali. Fino all'ultimo forum organizzato all'interno del Centro Sociale di Casapesenna in cui sono state "ascoltate" le associazioni del Terzo Settore e ambientali.
In definitiva, si può benissimo affermare che il cammino dell'accordo di reciprocità in salsa aversana sta procedendo davvero spedito. E nell'occasione non si esagera dicendo che il comune di Casapesenna sta svolgendo in maniera sin qui encomiabile il ruolo di capofila nel cammino che fa sperare nella rinascita di un territorio troppe volte dimenticato e segnato da vicende negative.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento