menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Di Maio (Pd): 'Maggioranza compatta, opposizione senza argomenti'

San Marco Evangelista - "Alla luce dei continui richiami della stampa che, in queste ultime settimane, hanno prestato il fianco anche a tentativi di strumentalizzazione, ritengo doveroso chiarire la mia posizione politica ed amministrativa con lo...

"Alla luce dei continui richiami della stampa che, in queste ultime settimane, hanno prestato il fianco anche a tentativi di strumentalizzazione, ritengo doveroso chiarire la mia posizione politica ed amministrativa con lo stile ed il riserbo che da sempre mi contraddistingue".

Lo ha dichiarato l'assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Di Maio, che aggiunge: "La mia autosospensione dal gruppo consiliare del PD, come argomentato e chiarito in una lettera inviata al sindaco Gabriele Zitiello, al capogruppo Giovanni Carozza ed al segretario cittadino Tommaso Giaquinto, aveva lo scopo di sollecitare tutti ad un momento di riflessione interna ritenendo, come ritengo tuttora, indispensabile che tra il partito e i suoi rappresentanti in consiglio comunale ci sia sempre la massima sinergia ed il più ampio ed aperto confronto improntato ad un sano spirito di collaborazione. In un grande e plurale partito come il nostro, i momenti di discussione e talvolta di frizione sono fisiologici ma devono sempre rivelarsi, alla fine, occasione di crescita e di rinnovata unità. Così è stato nel nostro caso, allorquando una volta messo in chiaro e discusse le ragioni del mio gesto, si è delineato un percorso politico ed amministrativo che, a mio parere, non può che rafforzare il gruppo amministrativo del PD e, di conseguenza, il partito ed il Sindaco, e ciò è stato sufficiente a far rientrare la mia posizione".
"La mia aderenza al progetto politico di questa maggioranza - sottolinea ancora l'assessore - non è mai stato messo in discussione: se così fosse stato, per la coerenza che mi contraddistingue, avrei rassegnato immediatamente le mie dimissioni non solo dalle deleghe di assessore ma da consigliere comunale. Chi mi conosce sa che il sottoscritto è abituato a lavorare con la massima umiltà e lontano dai riflettori, convinto come sono che qualsivoglia risultato è da imputare al gruppo e non ai singoli. La riservatezza con cui continuo ad operare sconta un'eccezione in questo caso, per affermare che non permetto a nessuno di utilizzare la mia posizione per altri fini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento