menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piano Casa, La Sinistra: 'Porteremo avanti la nostra battaglia'

Napoli - "Porteremo avanti la nostra battaglia per avere un piano-casa che aiuti le famiglie e non le famiglie dei costruttori".E' quanto ha affermato il vice capogruppo regionale de La Sinistra Antonella Cammardella in conferenza stampa...

"Porteremo avanti la nostra battaglia per avere un piano-casa che aiuti le famiglie e non le famiglie dei costruttori".
E' quanto ha affermato il vice capogruppo regionale de La Sinistra Antonella Cammardella in conferenza stampa. "Ribadiamo che la nostra battaglia non è ostruzionistica ma di sostanza perché vogliamo approvare un piano-casa che rilanci l'economia e l'occupazione ma nel rispetto di un territorio dove è fondamentale non dare altri segnali di illegalità - ha sottolineato Cammardella - che ha rivolto forti critiche al centrodestra: "al di là delle dichiarazioni di principio, l'opposizione vuole un piano-casa che lasci mani libere ai grandi business edilizi e ai condoni mascherati; noi ci batteremo fino in fondo contro questa usurpazione del territorio e siamo pronti anche a votare contro laddove il piano-casa dovesse avere la forte impronta del centrodestra".
Dello stesso avviso il consigliere del Pd Luigi Anzalone che ha rivolto un appello al proprio partito: "il Pd dica chiaramente con chi sta, se dalla parte di chi vuole il far west edilizio e l'illegalità o dalla parte dei cittadini e del territorio; il Pd si ricompatti e dimostri di non essere subalterno al centrodestra, approvando un piano-casa basato su quelle regole di buon senso che lo stesso centrodestra ha inserito nelle leggi regionali delle regioni del centro nord, a cominciare da quella che ho proposto e che la maggioranza ha condiviso di fissare una data certa come punto di riferimento delle volumetrie esistenti".
"Il centrodestra deve smettere di mistificare la realtà e il centrosinistra deve cessare il pressappochismo che lo caratterizza nell'affrontare un provvedimento delicato come il piano-casa - ha aggiunto il consigliere regionale de La Sinistra Marcello Chessa - che è stato molto critico sul provvedimento: "è un piano-villette destinato a far arricchire ancora di più chi è già proprietario di immobili e ha soldi da investire nell'edilizia; inoltre, per tentare di risolvere il problema abitativo sarebbe stato sufficiente appostare delle risorse specifiche e realizzare edilizia sociale, anziché intraprendere il percorso di un piano casa che finirà con il lasciare irrisolto il problema e arricchire i grandi business di cui questo territorio non ha bisogno".

Chessa ha, infine, ricordato che "solo grazie agli interventi della Sinistra è stato recupero il ruolo degli enti locali e il rispetto della normativa urbanistica che il tetso di legge aveva del tutto vanificato".
Infine, il presidente della Commissione sanità Angelo Giusto ha evidenziato che "il piano casa adeguato alla Campania è un piano casa morale che investe sull'edilizia sociale e che non dà segnali di illegalità. Su questa linea - ha aggiunto Giusto - invito tutto il centrosinistra a ritrovare la propria unità e per smascherare le ipocrisie dell'opposizione che vuole un piano casa elettoralistico".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Tasso positività schizza al 14%, nel casertano 276 nuovi casi

  • Attualità

    Ergastolo ostativo cancellato. "Così la camorra ha vinto"

  • Cronaca

    Contagi troppo alti, scuole chiuse un'altra settimana

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento