menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marenna (Da sempre per Cerreto) interroga sindaco su rischio idrogeologico

Cerreto Sannita - "In Italia i problemi connessi al rischio idrogeologico e al degrado dei corsi d'acqua diventano anno dopo anno sempre più gravi e preoccupanti. La forte esposizione al rischio di frane ed alluvioni costituisce un problema di...

"In Italia i problemi connessi al rischio idrogeologico e al degrado dei corsi d'acqua diventano anno dopo anno sempre più gravi e preoccupanti. La forte esposizione al rischio di frane ed alluvioni costituisce un problema di grande rilevanza sociale, sia per il numero di potenziali vittime di un evento calamitoso, sia per i danni prodotti alle infrastrutture, alle industrie e all'agricoltura, causati a volte anche dall'incuria e dalla negligenza dell'uomo. Nella classifica presente nel rapporto "Ecosistema rischio 2008", redatto da Legambiente e dal Dipartimento della Protezione Civile per conoscere la reale condizione dei comuni italiani considerati a rischio idrogeologico e valutare le attività messe in opera dalle amministrazioni locali per la prevenzione e la mitigazione del rischio, il comune di Cerreto Sannita ha avuto un giudizio insufficiente (voto 3), il che significa che ha svolto un carente ed inadeguato lavoro di prevenzione e mitigazione del rischio (il peggior giudizio che si possa dare ad un comune in una scala che va da ottimo ad insufficiente). Il rapporto in questione ha voluto verificare l'effettiva realizzazione di tali interventi monitorando sia il livello attuale di rischio sia le attività svolte dai comuni per mitigarlo.

Secondo la suddetta indagine il Comune di Cerreto pur avendo delle aree a rischio (presenza industrie e presenza case in area a rischio idrogeologico) e vincoli di edificazione di alcune aree, ha svolto negli ultimi due anni solo la manutenzione ordinaria degli alvei e le opere di difesa idraulica, senza aggiornare un piano d'emergenza comunale, senza adottare sistemi di monitoraggio e di allerta della popolazione in caso di pericolo, senza programmare attività di informazione e sensibilizzazione della popolazione, senza organizzare esercitazioni.
Alla luce anche del fatto che il 5 luglio scorso il comune di Cerreto Sannita è stato colpito da un violento nubifragio che ha arrecato numerosi danni alle aziende agricole, alle coltivazioni, alle infrastrutture, alle strade, ai fossi di confine, alle fognature, ecc., il consigliere comunale Giovanni Pio Marenna del gruppo consiliare "Da sempre per Cerreto", durante il Consiglio Comunale di venerdì 9 ottobre, ha presentato un'interrogazione urgente, chiedendo di conoscere i motivi per cui il Comune di Cerreto Sannita ha svolto un lavoro così carente di prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico negli ultimi anni; in particolare, ha domandato per quale motivo non è stato aggiornato il piano di emergenza, non sono stati adottati sistemi di monitoraggio e di allerta della popolazione in caso di pericolo, non sono state programmate attività di informazione e sensibilizzazione, non sono state organizzate esercitazioni. Inoltre quali saranno le misure che metterà in atto quest'amministrazione per prevenire e mitigare il rischio idrogeologico?"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Attualità

Una alunna positiva al coronavirus: tornano in Dad due classi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento