menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caiazzo(Pd): 'Affermazioni Picierno bizzarre e faziose'

Caserta - Credo che le affermazioni bizzarre e faziose di Pina Picierno siano offensive per i militanti e gli elettori del Pd che hanno contribuito a nominare in Parlamento lei e la stragrande maggioranza dei deputati e senatori del Pd della...

Credo che le affermazioni bizzarre e faziose di Pina Picierno siano offensive per i militanti e gli elettori del Pd che hanno contribuito a nominare in Parlamento lei e la stragrande maggioranza dei deputati e senatori del Pd della Campania che, come è noto, sono tutti schierati per Franceschini.
Tali atteggiamenti non portano maggiori consensi alla candidatura di Dario Franceschini, anzi sono controproducenti e dannosi.
Attaccare ossessivamente e personalmente Loiero e Bassolino, pensando che così Franceschini possa conquistare più consensi alle primarie, è politicamente puerile ed è anni luce lontano dall'idea di un partito democratico e aperto. Non so Loiero, ma non mi risulta che Bassolino sia stato impegnato a Teano, e in altri Comuni della Campania, a tesserare le persone al Pd. D'altronde vorrei ricordare che il segretario regionale del Pd e diversi segretari provinciali, che si sono occupati del tesseramento, sono anch'essi schierati con Franceschini.
Dunque consiglio vivamente alla Picierno, e a coloro i quali vogliono bene a Franceschini e al Pd, di rileggersi l'inchiesta, da me prodotta, sul rapporto tra risultati elettorali e tesserati al Pd e "infiltrati" nel partito, dalla quale sono facilmente individuabili quelli che lei definisce i "signori delle tessere".

I nostri elettori sono stufi di queste polemiche. Tutti dobbiamo rispettare i risultati dei congressi e l'esito delle primarie del 25 ottobre. Il Pd ha bisogno di una maggiore partecipazione degli iscritti e di una grande affluenza alle primarie del 25 ottobre, di una dialettica vera e di un confronto fondato sulle idee, sui progetti, di un dibattito che punti a rafforzare il partito, a far crescere la partecipazione e soprattutto lo spirito unitario, vitale per un organismo democratico collettivo.
Nella fase congressuale riservata agli iscritti c'è una netta indicazione per Bersani segretario del partito. Sono convinto che gli elettori del Pd che parteciperanno alle primarie del 25 ottobre rafforzeranno questa indicazione. Ma se dovesse vincere Franceschini o Marino non sarebbe una tragedia, per un partito davvero democratico. E tutti insieme, dal giorno dopo, dovremo lavorare e impegnarci per dare alla Campania e all'Italia il partito democratico di cui c'è bisogno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento