menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pengue: 'Nel Pdl sannita vi un deficit di democrazia'

Benevento - "Il Presidente della Camera ha ragione quando dice che nel Pdl vi è un deficit di democrazia. Nel Pdl sannita sembra proprio di stare in una "caserma". Altro che pluralità di idee per un unico partito. La scelta di un capogruppo in...

"Il Presidente della Camera ha ragione quando dice che nel Pdl vi è un deficit di democrazia.
Nel Pdl sannita sembra proprio di stare in una "caserma". Altro che pluralità di idee per un unico partito. La scelta di un capogruppo in seno ad un Consiglio comunale e/o provinciale, così come la composizione dell'organismo provinciale di coordinamento, per elezione libera e incondizionata è il primo e più importante segnale di una società civile. E se ci fossero opinioni diverse è giusto che esse siano tutte egualmente rappresentate. Non a caso la democrazia è un valore fondante e resta anche il metodo più semplice e naturale per selezionare idee ed energie.
I contrasti all'interno del Pdl sannita, originati da una dirigenza provinciale - che fa riferimento esclusivamente a se stessa e ai propri bisogni, non curandosi assolutamente dell'aspetto del radicamento sul territorio del nuovo partito -, sono il segno evidente di una mancanza di democrazia all'interno della formazione, il primo avviso ai naviganti di quello che potrà avvenire se non si corre ai ripari. Siamo d'accordo sulla disciplina di partito, valore insostituibile, ma essa deve andare di pari passo con il diritto di opinione. Perché senza un'articolazione democratica è difficile reclamare una disciplina di partito e i contrasti scivolano inevitabilmente verso rotture insanabili che a loro volta trasferiscono incertezza nell'elettorato. L'imminente scadenza elettorale regionale, impone oggi e non domani l'introduzione massiccia della democrazia nella vita del partito se si vuol dare anche al Sannio una forte stabilità politica offrendo nel contempo ai cittadini-elettori, agli amministratori locali il conforto di non esser mai più lasciati soli.

È paradossale, quindi, pensare di continuare ad affidarsi ad un organismo provinciale di coordinamento che ha dimostrato evidenti lacune e che pretende di non essere messo in discussione neanche formalmente. Ciò equivale a soffocare la democrazia all'origine, mettere il bavaglio a tutti, cittadini-elettori e rappresentanti politici.
È inutile girarci intorno. Se quanto è avvenuto in seno al Consiglio Comunale di Benevento all'interno di un partito che si definisce della "Liberta", allora c'e' davvero da preoccuparsi. Anche per questo siamo assolutamente solidali con i Consiglieri Comunali - il "Gruppo dei sei dissidenti" - confluiti in Forza Italia a cui esprimiamo il nostro sostegno e la nostra solidarietà umana e politica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Troppi contagi, il sindaco non si fida: "Le scuole restano chiuse"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Noviello, Cirillo stanato dopo la fuga

  • Cronaca

    Piazze di spaccio della camorra, 9 condanne

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Caterina Balivo torna in tv su Rai 1

  • social

    Blue Monday 2021, oggi è il giorno più triste dell'anno

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento