Provincia per promozione territorio roccamonfinese

Roccamonfina - Con una opportuna accelerata su di una questione rimasta in sospeso per molto tempo, la Provincia ha sottoscritto ieri una convenzione con il Comune di Roccamonfina con la quale la struttura del "Palazzo dei Congressi", realizzata...

Con una opportuna accelerata su di una questione rimasta in sospeso per molto tempo, la Provincia ha sottoscritto ieri una convenzione con il Comune di Roccamonfina con la quale la struttura del "Palazzo dei Congressi", realizzata molti anno or sono a Roccamonfina, è stata concessa in utilizzo alla nota cittadina montana, da sempre polo di attrazione turistica per i suoi ineguagliabili boschi di castagni e querce pluricentenari, per le produzioni locali artigianali ed agricole, per le acque termali e per gli aspetti legati alla cultura contadina ed al folklore.
L'intesa raggiunta fra le due Amministrazioni è giunta al termine di un percorso abbastanza lungo e per effetto delle pressanti sollecitazioni in tal senso da parte del Sindaco dott.ssa Letizia Tari, convinta da sempre del notevole valore aggiunto che il centro congressi, immaginato dalla Provincia alcuni decenni fa ma non entrato mai veramente in funzione, possa rappresentare sia per il suo Comune sia per l'intero territorio provinciale.
"Quando una bella e funzionale struttura non attiva per motivazioni varie che si sono sovrapposte nel tempo, può essere restituita alla sua funzione originaria di fruizione pubblica, è doveroso ricercare ed attuare tutti percorsi necessari nei tempi più brevi; considerato che la Municipalità di Roccamonfina è fortemente decisa a far funzionare il Palazzo dei Congressi per eventi turistici, meeting scientifici, mostre di arte e di artigianato etc, la Provincia ha deciso di affidarla al Comune a costo zero, fermo restando il diritto dovere di vigilanza da parte dell'Ente, rispetto alla verifica dell'accordo ed alle finalità in esso ben definite," ha sintetizzato il Commissario Straordinario Prefetto Biagio GILIBERTI, che ha voluto così dare una svolta ad una situazione di stallo che, a breve ormai, avrebbe determinato il decadimento di un'opera costruita con denaro pubblico e destinata a diventare polo di attrazione provinciale per il turismo congressuale e per le attività promozionali del territorio di Terra di Lavoro.
Molto soddisfatta dell'accordo sottoscritto con la Provincia la dott.ssa Letizia Tari, Sindaco di Roccamonfina, ben decisa a sfruttare le grandi potenzialità attrattive del complesso, sul quale intende centrare una vera e propria azione di "marketing territoriale", pur con tutti i limiti imposti dalle scarse risorse del bilancio comunale. Il Sindaco Tari ha anche espresso parole di vivo apprezzamento personale per la tempestività con la quale il Prefetto Giliberti ha accolto le sue sollecitazioni, sbloccando una situazione incresciosa che si protraeva ormai da anni, nell'interesse della Provincia di Caserta e della operosa popolazione di Roccamonfina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Coronavirus, allarme a Pineta Grande: isolato un uomo di Mondragone

Torna su
CasertaNews è in caricamento