menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Proseguono le attivit della IX campagna di scavo

Mondragone - Dopo una prima battuta di arresto dovuta ai gravi incendi registrati sulle catena di Monte Petrino, sono ripresi a pieno ritmo gli scavi archeologici condotti in loc. Roccia San Sebastiano dal prof. Marcello Piperno dell'Università di...

Dopo una prima battuta di arresto dovuta ai gravi incendi registrati sulle catena di Monte Petrino, sono ripresi a pieno ritmo gli scavi archeologici condotti in loc. Roccia San Sebastiano dal prof. Marcello Piperno dell'Università di Roma "La Sapienza" e in loc. Rocca Montis Dragonis, coordinato invece dal dottore Luigi Crimaco Direttore del Museo Civico.
Per lo scavo di Roccia San Sebastiano si prosegue l'indagine archeologica del suolo preistorico, continuando ad ampliare il livello raggiunto durante gli scavi 2008, a circa 6 metri di profondità dall'imbocco della grotta stessa, in cui sono stati rinvenuti numerosi reperti litici di grande importanza scientifica.
Per l'insediamento fortificato di Rocca Montis Dragonis, in cui sta lavorando anche una equipe di archeologi proveniente dalla Scuola di Specializzazione in Archeologia di Matera coordinata dalla professoressa Francesca Sogliani del CNR-IBAM, gli scavi si stanno concentrando sul pianoro antistante il vero e proprio Castello, per ampliare, anche in questo caso, i rinvenimenti fatti nel 2008.

"Volevo tranquillizare i concittadini per la ripresa a pieno ritmo dell'attività di indagine archeologica. Sono orgoglioso di essere riuscito anche per quest'anno - commenta l'Assessore alla Cultura Antonio Taglialatela - a garantire i fondi necessari per la prosecuzione delle campagne di scavo. Dopo il successo di Teatri di Pietra, rassegna tenutasi a ridosso dell'Area Archeologica dell'Appia Antica, l'Amministrazione e la nostra comunità ha dimostrato quanto sia elevato l'interesse nei confronti della tutela e la valorizzazione dei Beni Culturali.
Mondragone può ben vantarsi di riuscire a portare avanti, in un periodo di drastiche riduzione delle spese pubbliche nel settore culturale, ben due campagne di scavo i cui risultati scientifici consentono al nome dlela nostra Città di essere conosciuto ed apprezzato in tutta l'Italia ed in particolare nel mondo dell'archeologia"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento