menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

40 milioni di euro per lo smaltimento dei rifiuti

San Giorgio a Cremano - Quaranta milioni di euro: questa è la cifra che la Città di San Giorgio investirà nei prossimi anni per garantire la raccolta dei rifiuti porta a porta a tutti i cittadini ed un servizio di smaltimento dei rifiuti efficace...

Quaranta milioni di euro: questa è la cifra che la Città di San Giorgio investirà nei prossimi anni per garantire la raccolta dei rifiuti porta a porta a tutti i cittadini ed un servizio di smaltimento dei rifiuti efficace ed efficiente. Negli scorsi giorni, infatti, l'Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Mimmo Giorgiano ha bandito una gara per identificare il nuovo soggetto privato che si occuperà del servizio di igiene urbana in città.

"Il bando - spiega l'assessore all'Ambiente Luigi Velotta - prevede la messa in atto del piano industriale realizzato da Tetrapak Italia, che prevede il porta a porta in tutta la città e l'azzeramento del recupero stradale attraverso i cassonetti. I requisiti che abbiamo inseriti nel bando sono molto stringenti e questo simboleggia la serietà con cui abbiamo approcciato il problema rifiuti in città. Al momento la fase di sperimentazione del porta a porta in via Matteotti ed in via Stanziale sta dando ottimi frutti e per questo abbiamo deciso di allargare questo tipo di raccolta anche in via Guerra ed in via Cavalli di Bronzo, dove si partirà nelle prossime settimane grazie ad una premialità ottenuta dalla Provincia di Napoli."
Da sabato mattina, inoltre, partirà un nuovo servizio: la raccolta della frazione vegetale dei rifiuti. In questo modo San Giorgio diventa il primo Comune dell'intera Campania ad aver lanciato la raccolta di ben quattordici frazioni di rifiuti differenziati (vetro, plastica, alluminio, acciaio, carta, frazione organica, RAEE, ingombranti, pile, cartucce, lampadine, farmaci, indumenti dimessi, frazione vegetale). I cittadini potranno portare rifiuti vegetali, cioè piante secche, rami di alberi, ramaglie da manutenzione del giardino, presso villa Bruno, ingresso da via Guerra, ogni sabato mattina dalle 9 alle 12. Il materiale conferito sarà passato all'interno di un tritovagliatore e potrà essere recuperato dai cittadini come compost. "In questo modo - prosegue Velotta - i cittadini risparmieranno sull'acquisto di compost chimico e l'Amministrazione aumenterà la propria percentuale di differenziata. Si tratta di un progetto a costo zero, visto che il servizio sarà gestito direttamente dai giardinieri del Comune. Per quanto riguarda la frazione vegetale, quindi, chiuderemo l'intero ciclo della differenziata."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Mille “furgoni lumaca” in autostrada contro le chiusure

  • Cronaca

    Boom di guariti nel casertano, contagi in calo

  • Incidenti stradali

    Muore a 25 anni dopo un drammatico incidente in auto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento