menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Regionali, Ronghi (Mpa): 'Serve programma condiviso'

Napoli - "Quote, rivendicazioni, tattiche per alzare il prezzo delle alleanze: è il vecchio modo di fare politica che ha provocato tanti fallimenti nel Mezzogiorno e l'allontanamento degli elettori; occorre voltare pagina".E' quanto afferma il...

"Quote, rivendicazioni, tattiche per alzare il prezzo delle alleanze: è il vecchio modo di fare politica che ha provocato tanti fallimenti nel Mezzogiorno e l'allontanamento degli elettori; occorre voltare pagina".E' quanto afferma il consigliere regionale del MpA Salvatore Ronghi in ordine alla attuale situazione politica.
"Bisogna andare 'oltre' il sistema del bassolinismo, cioè della politica dell'allargamento di coalizione purchè si vinca, senza valutare l'impatto negativo che essa ha sul governo del territorio" - sottolinea Ronghi - che aggiunge: "il problema non è chi esprimerà il candidato alla presidenza della Regione, ma qual è il programma di governo alternativo che si intende mettere in campo. La discontinuità con i vecchi e fallimentari modelli politici - prosegue l'esponente del MpA - si misura proprio sulla capacità di andare 'oltre', allargando il confronto e passando dalla fase del dire a quella del fare".

Sulla base di questo ragionamento, il vice presidente del Consiglio regionale della Campania evidenzia che "il Mezzogiorno richiede un approccio culturale e politico del tutto diverso basato su un progetto credibile e condiviso dalla 'base', ovvero dalle tante rappresentanze sociali, professionali e culturali della popolazione meridionale, che dia corpo ad un programma di governo realmente rispondente alle esigenze del territorio; e, solo successivamente, va individuato un candidato capace di interpretarlo al meglio e di esprimere le istanze e il sentire della popolazione campana".
Su questi temi, Ronghi ha annunciato che "il MpA, che grazie all'azione del presidente Lombardo ha riportato il Sud al centro della discussione politica e dell'agenda di Governo, intende seguire questo metodo e questo percorso: a tal fine, sabato 5 settembre, all'Eremo dei Camaldoli, a Napoli, terrà una intera giornata di confronto e di riflessione politica con associazioni che da sempre si battono per il riscatto di Napoli e del Mezzogiorno ed esponenti della società civile per definire il progetto politico e culturale per la Campania e per il Sud".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento