menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Situazione rifiuti, Idv scrive al sindaco Tartaglione

Marcianise - "Ill.mo sig.Sindaco,grazie all'OPCM n.3639 del 11.01.2008 che impone alle amministrazioni comunali l'attivazione della Raccolta Differenziata pena il loro commissariamento, evidenziamo con soddisfazione che il nostro Comune durante il...

"Ill.mo sig.Sindaco,
grazie all'OPCM n.3639 del 11.01.2008 che impone alle amministrazioni comunali l'attivazione della Raccolta Differenziata pena il loro commissariamento, evidenziamo con soddisfazione che il nostro Comune durante il periodo della gestione commissariale ha avviato la tanta agognata RD con il metodo porta-porta.
A distanza di circa un anno abbiamo provato a fare un bilancio sull'andamento di questo servizio che presenta luci ma, purtroppo, anche tantissime ombre.
Le luci sono senz'altro rappresentate da un discreto livello raggiunto della percentuale del materiale differenziato (come da fonti dell'ufficio ambiente comunale). A parte infatti alcuni dati controversi, sembra si sia raggiunto circa il 40% su base annua che sicuramente è un dato degno di rilievo. Ovviamente il merito di questo successo è da attribuire da una parte agli organi commissariali che hanno fatto partire la RD, ma, soprattutto, alla buona risposta dei cittadini che con il loro impegno sono i veri protagonisti di questo successo.
Alle luci però fanno da contrasto troppe ombre, non più accettabili dopo mesi dalla conclusione della crisi degli impianti e delle discariche, che di seguito sintetizziamo:
Con l'avvio della RD il servizio di taglio erba è stato praticamente soppresso con conseguenze immaginabili in termini di pulizia ed igiene delle strade. La mancanza assoluta di cestini gettacarte non fa che peggiorare la situazione.
La stessa RD non ha ancora raggiunto livelli ottimali. Anzi, apprendiamo a mezzo stampa, che sono cambiati i giorni e gli orari di conferimento dei rifiuti con la logica conseguenza che tale immotivata decisione sta generando ulteriore confusione nella cittadinanza per un corretto smaltimento dei rifiuti. Rileviamo altresì che le campane per il vetro ed altri materiali differenziati sono insufficienti e non vengono svuotate con regolarità permettendo un accumulo di montagne di buste che non fanno altro che incentivare quei cittadini non virtuosi a utilizzare questi luoghi come sversatoi di rifiuti di ogni genere, inficiando così l'intero sistema di raccolta differenziata.
Ancora oggi, molti cittadini non sono a conoscenza dell' isola ecologica per lo smaltimento dei materali durevoli ed ingombranti, ubicata nel Rione Medaglie d'oro. Quest'area assolutamente sotto utilizzata, da quanto è dato sapere, è ancora sotto la gestione del Consorzio Acsa che riteniamo non voglia cederla al Comune per continuarla ad utilizzare solo ed esclusivamente per preservare i "posti" di lavoro ai suoi dipendenti. Peraltro l'azienda incaricata del servizio di raccolta rifiuti dovrebbe, come da capitolato, assicurare un servizio gratuito di raccolta domiciliare dei beni ingombranti, Servizio al momento inesistente!
L'azienda incaricata del servizio di raccolta rifiuti dovrebbe (o avrebbe dovuto, visto che il contratto di appalto terminerà nel mese di Novembre) provvedere ad attivare una campagna di informazione e comunicazione in materia di raccolta rifiuti, mai realizzata!
Evidenziamo, peraltro, lo scarso controllo del territorio da parte degli organi preposti in particolare degli uffici competenti in materia di vigilanza del servizio che effettua l'azienda di raccolta dei rifiuti solidi urbani. A tutt'oggi non si è provveduti a bandire la nuova gara di appalto per l'affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani indispensabile per una necessaria e fondamentale programmazione dell'intero ciclo dei rifiuti. Ciò che preoccupa maggiormente è il grave degrado in cui versano le periferie del paese divenute delle vere e proprie mini discariche a cielo aperto, spesso
anche con rifiuti bruciati. Non possiamo dire di essere ai livelli drammatici del 2008 ma certamente il degrado è inaccettabile.
Ci saremmo aspettati un impegno più concreto dell'attuale Amministrazione invece dinanzi ad un paese che si presenta nell'abbandono più assoluto siamo costretti a denunciare pubblicamente questa situazione nella speranza ci possa essere la giusta attenzione per garantire ai cittadini una vivibilità più accettabile del territorio. E' troppo visibile il contrasto tra una RD che, nonostante i suoi limiti, comincia a funzionare e le montagne di rifiuti e l' erba sui marciapiedi che decorano le strade del paese.
In definitiva, offrendo tutta la nostra collaborazione affinché la RD funzioni sempre meglio, chiediamo:
un paese libero dai rifiuti
un livello di vivibilità accettabile

un servizio di raccolta che funzioni
Fiduciosi che questo nostro appello venga preso nella giusta considerazione porgiamo i nostri più cordiali saluti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona arancione. “Al 90% sarà così”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento