menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gennaro Capodanno: 'Salviamo Capri patrimonio umanit'

Napoli - "Concordo con la stringata quanto precisa analisi fatta da Antonio Galdo oggi sul quotidiano "Il Mattino". E' vero Capri è diventata un microcosmo dell'illegalità e postulare che, in questo contesto, con giri d'affari di diversi milioni...

"Concordo con la stringata quanto precisa analisi fatta da Antonio Galdo oggi sul quotidiano "Il Mattino". E' vero Capri è diventata un microcosmo dell'illegalità e postulare che, in questo contesto, con giri d'affari di diversi milioni d'euro al giorno, si sia inserita, e non da oggi, anche la criminalità organizzata, non mi pare affatto un'operazione alchemica. Chi non ammette questo stato di cose o è in malafede o non conosce quanto sta avvenendo sull'isola di Tiberio. Vorrei soffermarmi, in particolare, sull'aspetto connesso ai valori immobiliari. Un monolocale di circa 30 metri quadrati, oggi, a Capri può valere anche mezzo milione di euro, con quotazioni che si attestano, in alcune zone intorno ai 17mila euro a metro quadrato. Ma di chi sono le ville che si affacciano sulle insenature tra le più belle del mondo? E' un mistero. Se si fa una passeggiata lungo strade famose, come via Tragara, ci si accorgerà che sulla maggior parte delle targhette apposte fuori dagli ingessi di questi immobili da favola non compare alcun nominativo. Protetti dunque dal più completo anonimato, mai si saprà chi sono i veri proprietari di queste splendide dimore, con tanto di verde lussureggiante e di panorama mozzafiato. Altro aspetto riguarda gli abusi edilizi. Presso l'ufficio competente del Comune di Capri giacciono da lustri pratiche presentate fin dall'entrata in vigore della legge 47 del 1985. Sarebbe interessante sapere quante di queste pratiche sono state esaminate ed hanno compiuto il loro iter. Il dato certo è quello richiamato dallo stesso Galdo: a Capri non si è mai vista una demolizione. Eppure basta dare uno sguardo ad alcuni immobili, posti in punti strategici, per domandarsi come si sia potuto costruire in zone che dovrebbero essere rigidamente protette dalle vigenti normative. Che dire poi del mercato dei fitti stagionali. Quante delle cessioni effettuate specialmente nel mese di agosto, con valori che si attestano intorno ai 100 euro a metro quadrato al mese, sono oggetto di contratti regolarmente registrati, e quante seguono il normale iter previsto dalle vigenti disposizioni di legge. Le autorità preposte sanno chi sono gli inquilini di queste dimore che i proprietari nei mesi più caldi ed affollati preferiscono locare, per somme iperboliche, godendosi l'isola, certamente più vivibile, negli altri mesi dell'anno? Bisogna spezzare una volta e per sempre quella rete di consorterie, fatta principalmente da coloro che in questi anni hanno accumulato patrimoni di tutto rispetto, lucrando sulle fortune di un turismo, senza effettuare alcun investimento, trasformando, solo per esemplificare, cantinati in ritrovi famosi, dove in una sola serata si arriva ad incassare ben 35mila euro, come ha dichiarato di recente uno dei titolari. Ma occorre anche che, non solo in maniera episodica, come in questi giorni, ma costantemente si vigili sull'isola azzurra, effettuando i normali controlli che avvengono in tutte le altre realtà del Paese. Discorso che deve vedere impegnati, diversamente da come è stato fatto fino ad oggi, in prima linea il Governo nazionale, la Regione Campania, la Provincia di Napoli e le due amministrazioni comunali interessate, ma anche le forze dell'ordine, polizia di Stato, carabinieri, guardia di finanza, oltre alla magistratura inquirente, nonché tutti coloro che hanno a cuore le sorti di quest'isola che rappresenta patrimonio unico al mondo dell'intera umanità."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Scooter contro auto, muore ragazzo di 17 anni

  • Cronaca

    Arrestato il consigliere comunale Danilo D'Angelo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento