menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Zona Franca, Nugnes(Pdl): 'Quali i criteri adottati'

Mondragone - "Il governo italiano ha riconosciuto un'opportunità del tutto eccezionale a Mondragone, quella di ottenere, cioè, privilegi fiscali ed altro in particolari zone che ha dovuto individuare il Comune di Mondragone (cd. Zona Franca)...

"Il governo italiano ha riconosciuto un'opportunità del tutto eccezionale a Mondragone, quella di ottenere, cioè, privilegi fiscali ed altro in particolari zone che ha dovuto individuare il Comune di Mondragone (cd. Zona Franca).
La Zona Franca, infatti, riconosce la possibilità di fare interventi privilegiati (tra i tanti):
nelle zone particolarmente disagiate sia economicamente che socialmente;
di consentire la regolarizzazione delle attività produttive insediate in zone incompatibili. La contestazione che muoviamo all'Amministrazione Comunale è, innanzitutto che l'individuazione delle zone privilegiate è stata fatta senza specificare i criteri utilizzati; e l'effetto che ne deriva è lampante:
alcune strade sono state inserite con riferimento solo ad alcuni numeri civici, di altre è stato inserito un lato ed escluso l'altro.
Dando per escluso il criterio di privilegiare qualche amico o conoscente,
CI SI CHIEDE ALLORA CON FORZA, QUALI SONO STATI I CRITERI ADOTTATI!!!!!
Ed ancora!!!!
Perché escludere la Domitiana, quando avrebbe consentito la regolarizzazione di tutte le attività produttive presenti????
Oppure perché escludere quasi tutto il quartiere mare se idea di sviluppo c'era???
E' stato, invece, inserito il Viale Margherita che è tra le zone meglio avviate per servizi e qualità e le sue traverse (stranamente a numeri civici e lati alterni).
QUESTA NON E' DEMAGOGIA, E' SOLO CHIAREZZA E L'IDEA DI UNA ZONA FRANCA CHE INCIDESSE SUL TERRITORIO!!!
L'amministrazione deve avere il coraggio di spiegare queste cose ai cittadini con altrettanta chiarezza senza iniettare falsa speranza agli stessi.
Questa amministrazione, a mezzo del proprio assessore delegato, piuttosto che demandare ogni colpa al governo centrale (che dovrebbe essere, invece, ringraziato per aver riconosciuto quest'opportunità alla nostra città) o aggredire l'opposizione, abbia il coraggio di ammettere l'approssimazione con cui è stata individuata la zona franca a Mondragone e la quasi totale inutilità della stessa.
D'altronde è tipico della politica più vecchia difendere a tutti i costi tutte le proprie scelte anche quelle più inopportune e quasi totalmente inutili. Il cambiamento impone una sterzata anche su questo.

LA ZONA FRANCA A MONDRAGONE SARA'UN FLOP né per colpa dell'opposizione (inutilmente aggredita ed offesa) né per colpa del governo centrale, ma solo per l'ennesimo atto di inesperienza dell'amministrazione locale.
Infine, ma non per questo di minor importanza, su questo argomento la scrivente è disponibile a qualsiasi confronto pubblico e/o consiliare, in quanto consapevole della veridicità di quanto sopra affermato".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento