menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sicignano (Cdl)su 'Turismo a quattro zampe

Castellammare di Stabia - Dopo i dati forniti dall'EPT, che a Castellammare hanno fatto registrare ancora una volta un calo del turismo, pari al 3,10 % in meno di arrivi e al 11,10% in meno di presenze, scatta un nuovo allarme turismo. «La città...

Dopo i dati forniti dall'EPT, che a Castellammare hanno fatto registrare ancora una volta un calo del turismo, pari al 3,10 % in meno di arrivi e al 11,10% in meno di presenze, scatta un nuovo allarme turismo. «La città delle acque è tra le peggiori città della provincia di Napoli, per quanto riguarda il "turismo a quattro zampe", ovvero quel filone turistico prettamente dedicato a quelle famiglie che decidono di trascorrere la loro vacanza estiva in compagnia degli animali di compagnia, come cani e gatti». E' quanto sostiene Antonio Sicignano, vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania. «Sono solo due, - aggiunge Sicignano - le strutture alberghiere stabiesi che hanno aderito al progetto lanciato dal Ministro de Turismo Michela Vittoria Brambilla, che ha creato, in collaborazione con Federturismo, Confturismo e Assoturismo, un portale internet (www.turistia4zampe.it) che raccoglie migliaia di bar, ristoranti, pizzerie, fast food, hotel, residence, campeggi, agriturismi, villaggi e spiagge che accettano gli animali». Tantissime, infatti, le adesioni dalla città di Napoli, dove si registrano 44 strutture turistiche, tra cui il Grand Hotel Vesuvio, 18 a Sorrento, 12 a Pompei e solo 2 alberghi a Castellammare, tra cui due l'Hotel Paradiso e l' Hotel Stabia. «Quella lanciata dal Ministro Brambilla - commenta ancora Sicignano - è l'ennesima importante iniziativa promossa, dal responsabile delle politiche turistiche, al fine di migliorare la competitività turistica del nostro Paese. Oggi ogni famiglia possiede un animale da compagnia e se vogliamo incrementare il turismo dalle nostre parti, dobbiamo iniziare, anche a Castellammare, a metterci al passo con le nuove frontiere del turismo. Pertanto, faccio un applauso a quei tre imprenditori stabiesi che autonomamente hanno ritenuto di dover investire ed esprimo un profondo rammarico per una amministrazione comunale, ancora incapace di pianificare una serie e innovativa politica turistica». Conclude Sicignano: «credo che attualmente incoraggiare il "turismo a quattro zampe" rappresenti per ogni Amministrazione Comunale, non solo un buon investimento sicuramente renumerativo da un punto di vista turistico, ma un vero e proprio dovere morale per tutti coloro che amano gli animali da compagnia, considerato che ancora oggi sono 750.000 gli animali abbandonati ogni anno in costanza delle vacanze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Bambina positiva, in quarantena compagni e 6 insegnanti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento