menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ds, Martino e Venerio a Piccolo: 'Mussi non sei tu'

Marcianise - "Ci dispiace essere obbligati ad affrontare sulla stampa temi di Partito che ancora una volta dovrebbero essere riservati ad una franca discussione tutta interna alla sezione dei DS. Ma quando uno come Angelo Piccolo in un comunicato...

"Ci dispiace essere obbligati ad affrontare sulla stampa temi di Partito che ancora una volta dovrebbero essere riservati ad una franca discussione tutta interna alla sezione dei DS. Ma quando uno come Angelo Piccolo in un comunicato stampa si dimentica che il Segretario della Sinistra Giovanile di Marcianise, sostenuto dalla maggioranza della sua organizzazione, e un membro della segreteria uscente, nonché del direttivo provinciale e regionale della FILEA-CGIL sono stati assolutamente determinanti per il conseguimento del buon risultato ottenuto dalla mozione Mussi a Marcianise, qualche precisazione, anche pubblica, è d'obbligo.
Il risultato congressuale della mozione Mussi a Marcianise scaturisce dal lavoro politico svolto in questi mesi da tutti gli aderenti, e non certamente da una crociata condotta in solitario da Piccolo assieme a pochi suoi eroici adepti. Anzi, ci duole sottolineare che l'unica nota davvero stonata, in un congresso che si è svolto in maniera partecipata e pienamente democratica, è stata proprio la volontà egemonizzatrice di Piccolo e dei suoi accoliti, che ha di fatto precluso l'accesso agli organismi dirigenti ai compagni, che pur avendo fornito un sostanziale contributo alla mozione Mussi, a livello locale e provinciale, non facevano parte della cricca. Per questa ragione, e il verbale del Congresso lo attesta, siamo stati costretti ad opporci col nostro voto contrario ad una proposta di composizione del direttivo che ci vede di fatto tagliati fuori, e che con l'appoggio del gruppo di Piccolo è stata invece approvata.
Chi offre lezioni di democrazia dovrebbe ben sapere che la democrazia è anche dare rappresentatività alle forze ed alle voci differenti dalla propria, e non certo l'arrogarsi tutte le postazioni possibili, incuranti degli accordi intrapresi e del lavoro di compagni che fino alla mattina stessa del congresso erano stati compartecipi a pieno titolo della medesima proposta politica.
Ci auguriamo comunque che l'intero partito locale sappia superare logiche di questo tipo e riesca a coinvolgere tutti i compagni che vogliano mettersi in gioco in una proposta politica condivisa e partecipata, partendo dall'elezione di un segretario che goda dell'appoggio unanime di tutti i membri del direttivo".

Lello Venerio (Direttivo regionale FILEA-CGIL)
Alessandro Martino (Segretario Sinistra Giovanile di Marcianise)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento