Fecondo attacca Novi: 'Sparge veleni protetto dall'immunita' parlamentare'

Marcianise - “Sono sconcertato dalla violenza e dalla superficialità che emerge dall’interrogazione parlamentare presentata dal senatore Novi”. Queste le prime dichiarazioni del Sindaco di Marcianise Filippo Fecondo rilasciate durante la...

“Sono sconcertato dalla violenza e dalla superficialità che emerge dall’interrogazione parlamentare presentata dal senatore Novi”. Queste le prime dichiarazioni del Sindaco di Marcianise Filippo Fecondo rilasciate durante la conferenza stampa tenutasi questa mattina presso la sala giunta del Comune.
“Il senatore Novi parla astrattamente di realizzazioni di parcheggi pubblici e contiguità con gli ambienti della malavita. L’amministrazione da me guidata – ribatte Fecondo – nel primo mese del suo insediamento nel 2001 (da quando cioè il Senatore Novi ravvisa una pervasività tra la camorra e la politica) ha siglato un Protocollo di Intesa con la Prefettura di Caserta che vigila ulteriormente sulla sicurezza della gestione e realizzazione delle opere pubbliche. Un controllo ulteriore, oltre alla normale certificazione antimafia, che verifica se vi siano degli elementi ostativi da parte di ditte private ad avere rapporti con la pubblica amministrazione. Ed è in virtù di questo protocollo e di una nota ricevuta dopo 5 mesi dalla Prefettura, che abbiamo rescisso, nell’agosto scorso, il contratto con la società “La Riva Bianca” aggiudicataria, tra 47 ditte partecipanti, dei lavori per la realizzazione dei parcheggi pubblici di via Musone e via Mundo. Inoltre, costituendoci in giudizio dinanzi al Tar Campania, abbiamo vinto anche il ricorso presentato dalla stessa società contro il nostro provvedimento di rescissione del contratto”. Alle inesattezze il sindaco Filippo Fecondo risponde con documenti circostanziati. “Dal Giugno 2001 ad oggi – continua il Sindaco Filippo Fecondo – sono state rilasciati 1684 concessioni edilizie e permessi di costruire. Vorremmo sapere dal senatore Novi a quali di queste concessioni si riferisce nella sua interrogazione”. E sui lavori dello stadio Progreditur il sindaco replica: “al bando di gara hanno partecipato 34 ditte ed è risultata vincitrice ed aggiudicataria dei lavori la società Eurocostruzioni, unica ditta che ha eseguito i lavori senza nessun sub-appalto. Anche in questo caso abbiamo inviato regolare nota alla Prefettura di Caserta che non ha ravvisato nessun elemento ostativo rispetto a questa ditta. Documenti alla mano si evidenziano le enormi bugie che sono alla base dell’interrogazione di Novi. Un atto di sciacallaggio politico che non nobilita certo una funzione così alta e che, evidentemente, il senatore Novi non sa interpretare”. “La nostra cultura democratica – continua il sindaco Fecondo – c’insegna e ci porta ad affermare che dobbiamo lasciare lavorare tranquillamente chi è deputato a controllare gli atti amministrativi. Fortunatamente coloro i quali devono giudicare l’operato amministrativo sono delle persone estremamente serie e accetteremo da loro qualsiasi tipo di verdetto. Non già da chi, barricandosi dietro l’immunità parlamentare, spara veleno e discredito su un’intera città che non conosce”. “Non so – continua Fecondo – quale amministrazione collusa, così come sancisce Novi, si adoperi per gli sfratti nella 167; investe risorse economiche importanti, dal proprio bilancio comunale, per ospitare la sede della Compagnia della Guardia di Finanza e per allargare la Caserma dei Carabinieri. E, ancora, investe risorse immobiliari e finanziarie per la sede distaccata del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere e gli Uffici del Giudice di Pace. La città di Marcianise – spiega Fecondo – da quando mi sono insediato nel 2001 ha avuto uno sviluppo eccezionale. La città è al centro di importanti investimenti pubblici e privati. Sono in gioco – conclude Fecondo – imponenti partite economiche e politiche e se qualcuno pensa che queste partite debbano giocarsi anche sulla pelle di chi ogni giorno cerca di amministrare con correttezza e trasparenza si sbaglia di grosso. Sulla questione morale sono pronto a sfidare chiunque ed in qualunque sede”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento