Brancaccio (Ds) su Piano Ospedaliero Regionale

Caserta - Si terrà domani (9 marzo), alle ore 17,30, presso la sala consiliare dell’Amministrazione provinciale di Caserta il convegno sul tema: “Piano Ospedaliero Regionale: Nuove Prospettive Per Terra Di Lavoro”. L’iniziativa, promossa dalla...

Si terrà domani (9 marzo), alle ore 17,30, presso la sala consiliare dell’Amministrazione provinciale di Caserta il convegno sul tema: “Piano Ospedaliero Regionale: Nuove Prospettive Per Terra Di Lavoro”. L’iniziativa, promossa dalla Federazione campana e dal Gruppo Regionale dei Democratici di Sinistra, sarà presieduta da Angelo Brancaccio, consigliere regionale - segretario della presidenza del consiglio regionale. A portare i saluti invece sarà Antonio Amato, presidente del gruppo regionale dei Democratici di Sinistra. L’introduzione sarà curata da Angelo Giusto consigliere regionale – presidente commissione sanità . Mentre ad intervenire saranno Ubaldo Greco, segretario provinciale dei D.S., Enzo Amendola, segretario regionale dei D.S., Luigi Annunziata, direttore generale Azienda Ospedaliera “S. Sebasatiano” di Caserta, Francesco Alfonso Bottino, direttore generale ASL CE 1, Angela Ruggiero, direttore generale ASL CE 2, Gaetano Pascarella sottosegretario di Stato alla P.I.. A concluderà il convegno sarà Angelo Montemarano, assessore regionale alla Sanità. A tutti i partecipanti sarà distribuita una copia del volume edito dallo stesso gruppo consiliare regionale dei D.S. e curato dal presidente Giusto, in cui è dettagliatamente illustrato il nuovo piano ospedaliero. “Una grande opportunità per Terra di Lavoro”. Commenta il consigliere Brancaccio, cui va il merito di aver favorito l’organizzazione di questo importante momento di riflessione e proposta su una tematica particolarmente cruciale e fondamentale qual è appunto la sanità. “Con il nuovo piano – aggiunge il leader casertano della Quercia – si dispone finalmente di uno strumento capace di dare innovative e adeguate risposte ai sei milioni di campani che legittimamente reclamano efficienza, diritto alla salute, una più opportuna razionalizzazione delle strutture sanitarie e delle risorse umane e finanziarie. La rete dei servizi contemplata nel piano è disegnata secondo un’articolazione provinciale, alla cui attuazione concorrono non solo le istituzioni ma anche i cittadini con la loro opera di monitoraggio e sollecitazione. Ma per fare ciò occorre una puntuale opera di informazione sulle novità introdotte dal piano per ciascun territorio provinciale in cui si risiede. E’ proprio quanto ci proponiamo di fare con questa iniziativa che dopo un’analisi attenta delle stato di fatto, tenta poi di illustrare le prospettive della sanità in provincia di Caserta e nell’intera regione Campania”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va in ospedale per una colica renale ma finisce in tragedia: muore 40enne

  • Il terno al Lotto per l'addio a Maradona

  • Scoperti i furbetti del cartellino all’Asl, sospesi 13 dipendenti

  • Il casertano piange 24 vittime: un morto all'ora per Covid in una sola giornata

  • Quasi 2mila guariti nel casertano. Cala percentuale dei positivi

  • Morti altri 8 pazienti ricoverati col Covid: 589 nuovi positivi nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento