Moderati: attendiamo una risposta dal Sindaco

Recale - La scorsa settimana il segretario dei Moderati Antimo Maietta , attraverso la stampa, chiese all’opposizione di presentare una interrogazione consiliare sulla questione delle ‘case coloniche’ che a quanto pare risultano quasi tutte...

La scorsa settimana il segretario dei Moderati Antimo Maietta , attraverso la stampa, chiese all’opposizione di presentare una interrogazione consiliare sulla questione delle ‘case coloniche’ che a quanto pare risultano quasi tutte difforme . Il partito si dichiara preoccupato di quanto stia accadendo negli ultimi anni ad oggi, nonostante le dichiarazioni rese alla stampa dall’assessore all’Urbanistica Francesco Porfidia il quale sembrerebbe ridimensionare la gravità delle irregolarità riscontrate durante i controlli. A tale richiesta non si è fatto attendere , l’ex sindaco Ovidio Gadola. Infatti nella serata di lunedì, al consiglio comunale, prima di discutere l’ordine del giorno, il consigliere Ovidio Gadola ha posto l’interrogazione richiesto dal partito dei Moderati. Al consiglio comunale erano presenti, tra i cittadini, anche i dirigenti dei Moderati, i quali con soddisfazione hanno appreso l’interrogazione presentata dal ex sindaco Gadola . “Spero che con la stessa celerità sia data risposta all’interrogazione – dichiara il leader del IM Antimo Maietta - visto che nelle ultime settimane, nei bar e circoli, non si parla d’altro. I nostri concittadini, giustamente, ci chiedono di intervenire – continua Maietta - credo che sia nel diritto di ogni cittadino conoscere la verità così come sia un dovere dell’Amministrazione fornire, nel rispetto della ‘Legalità’, spiegazioni e chiarimenti. Tra l’altro, un principio garantito dalla legge che determina la ‘trasparenza amministrativa’. In virtù della chiarezza amministrativa , attraverso il partito che rappresento, chiederemo chiarimenti anche sulle famose rotatorie battezzate ‘piscina per bambini’. Una piscina che caro ci è costata, visto che sono state rifatte per ben due volte in pochi mesi . A quanto pare – conclude Maietta - utilizzando il beneficio del dubbio, la realizzazione dell’opera pubblica sia stata progettata anch’essa per ben due volte, significando che se ciò fosse vero, l’amministrazione con il denaro dei contribuenti, cioè noi, ha concretizzato una opera pagando una cospicua somma a discapito del cittadino, per negligenza di qualche super genio”.
In sostanza, dopo aver denunciato l’assurda presenza di strisce pedonali personalizzate, che per una strana coincidenza corrispondono con l’ingresso dell’abitazione di un amministratore recalese, il partito dei Moderati continua a puntare sulla legalità e trasparenza amministrativa. Un principio sacrosanto per una Amministrazione che dovrebbe lavora per il bene del paese .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vince il concorso ma rinuncia al lavoro in Comune a tempo indeterminato

  • Klaus Davi fa ballare la techno al figlio di Sandokan per pubblicizzare il nuovo libro | VIDEO

  • Nel casertano un salvadanaio da 2,4 milioni di euro depositati alle Poste

  • Vincita da 10mila euro: festa in ricevitoria

  • Muore a 49 anni col virus. La rabbia del sindaco: "Smettiamola di sottovalutare la situazione"

  • Ex carabiniere si lancia con l'auto contro la caserma: fermato

Torna su
CasertaNews è in caricamento