Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Picone : Sulla candidatura non faccio passi indietro

(Trentola D.) Una grande affluenza ha salutato domenica mattina la presentazione ufficiale del movimento “Trentola-Ducenta Libera”. Ciò testimonia l’incredibile voglia che la gente ha di appassionarsi con rinnovato interesse alla politica vera...

(Trentola D.) Una grande affluenza ha salutato domenica mattina la presentazione ufficiale del movimento “Trentola-Ducenta Libera”. Ciò testimonia l’incredibile voglia che la gente ha di appassionarsi con rinnovato interesse alla politica vera: una politica fatta di persone e progetti concreti, invece che di screzi e argomenti che poco hanno a che fare con le problematiche del territorio. Questo lo sa bene Nicola Picone, esponente forzista e punta di diamante della nuova coalizione di centrodestra: “Mi aspettavo una nutrita partecipazione da parte dei cittadini, ma il risultato ottenuto ha superato largamente le nostre più rosee aspettative”, afferma raggiante il candidato a sindaco. “Sicuramente bisogna rispondere adeguatamente al coinvolgimento che la popolazione chiede a gran voce. Per questo spero che la campagna elettorale rientri nei canoni della serietà e correttezza senza scadere in futili e improduttivi scontri sul piano personale”. Alla presentazione del nuovo schieramento politico c’erano i sindaci di San Marcellino, Casapesenna e Lusciano, oltre a tutti i consiglieri comunali uscenti che appoggiano Picone (Pellegrino di A.N., Della Volpe e Coppola di F.I., Pezone dell’U.D.C., l’indipendente Cangiano ex F.I.). “Vorrei estendere un sincero ringraziamento ai tanti amici esponenti della società civile presenti ieri ed ai tanti consiglieri comunali dei paesi limitrofi che hanno voluto affettuosamente ribadirmi il loro sostegno”. Signor Picone, il centrosinistra non scherza ed è già fattivamente al lavoro. Voi a che punto siete? “Abbiamo costituito un comitato che si occuperà di stilare dettagliatamente il nostro programma elettorale ed anche noi vogliamo promuovere un’efficace partecipazione dei cittadini alla stesura di questo documento fondamentale”. Pare di capire che stenderete un piano che prenda in grande considerazione le questioni sociali e culturali. “In effetti è così, si tratterà senz’altro di una nostra prerogativa. Abbiamo già in mente alcune iniziative che tenteremo di realizzare in tempi brevi: ad esempio la costruzione di un nuovo cimitero comunale, il recupero del campo sportivo e della piscina comunale. Intendiamo inoltre istituire un assessorato che si occuperà più da vicino dei problemi di portatori di handicap ed anziani”. Griffo le chiede di fare un passo indietro… “Rispetto le opinioni di tutti, noto con piacere che da più parti c’è la volontà di prodursi in una seppur complicata ricomposizione della CdL. Lo vorrei anch’io, sono sincero. Ma non posso accettare che, come accaduto nel recente passato, i criteri di scelta di un candidato comune siano inspiegabilmente riconducibili ad una decisione presa dall’alto, senza tener conto né della militanza politica né del consenso che si è in grado di aggregare”. Nel recente passato? Allude alla scelta di Apicella? “Io dico solo che molti consiglieri comunali erano e sono dalla mia parte, non accetterò diktat né retrocederò dinanzi a chi verrà imposto dalle alte sfere. Non posso tradire i miei sostenitori”. Picone è disposto a trattare e a ricucire lo strappo, ma ha lanciato un segnale inequivocabile: la sua candidatura non si tocca. Più chiaro di così.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picone : Sulla candidatura non faccio passi indietro
CasertaNews è in caricamento