Neoborbonici contro fiction Eravamo solo mille

Napoli - Il Movimento Neoborbonico invita i telespettatori a boicottare la fiction “Eravamo solo mille” prevista per domenica e lunedì prossimi su Rai 1. Ancora una volta il denaro pubblico è stato dissipato per una produzione costosa, ma...

Il Movimento Neoborbonico invita i telespettatori a boicottare la fiction “Eravamo solo mille” prevista per domenica e lunedì prossimi su Rai 1.
Ancora una volta il denaro pubblico è stato dissipato per una produzione costosa, ma lontanissima dalla realtà storica che gli studi più recenti sono finalmente riusciti a ricostruire.
Incomincia nel peggiore dei modi la retorica celebrazione del bicentenario della nascita di Garibaldi. I cosiddetti “Mille” in pochi giorni erano già diventati decine di migliaia, grazie all’appoggio più o meno palese di Piemonte e Inghilterra. I pochi siciliani che seguirono Garibaldi, in effetti, erano picciotti della mafia lautamente ingaggiati prima dello sbarco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
La spedizione garibaldina fu solo l’inizio di una conquista militare a tradimento del pacifico regno delle Due Sicilie: da allora in poi centinaia di migliaia di meridionali saranno massacrati e cancellati dalla storia con il nome di “briganti”; da allora in poi milioni di persone saranno costrette ad emigrare per una questione meridionale ancora irrisolta.
La costruzione di una vera identità nazionale italiana non può realizzarsi pienamente continuando a tramandare una storia parziale, ricca di menzogne e luoghi comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Antonietta, l'ingegnere casertano che ha rifiutato le offerte del Nord ed ha reinventato l’Ingegneria Clinica della Federico II

  • Caterina Balivo ad Aversa tra piatti da lavare e gran caldo

  • Bomba di caldo, ecco le città casertane più ‘hot’. Ma c'è in arrivo la pioggia

  • Il pentito: "Ho permesso di spacciare nella piazza che i Belforte mi avevano lasciato dopo gli omicidi"

  • Il compagno di scuola pentito: "Autorizzato a spacciare con una mia lettera"

  • Trasforma la tettoia in mansarda, 'condannato' dal giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CasertaNews è in caricamento