menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale aperto su intimidazioni sindaco

Villa Literno - Si terrà lunedì pomeriggio alle ore 18 il consiglio comunale aperto convocato dal presidente del consiglio comunale di Villa Literno a seguito del grave atto intimidatorio di cui è stato oggetto il sindaco liternese Enrico Fabozzi...

Si terrà lunedì pomeriggio alle ore 18 il consiglio comunale aperto convocato dal presidente del consiglio comunale di Villa Literno a seguito del grave atto intimidatorio di cui è stato oggetto il sindaco liternese Enrico Fabozzi. Nella serata di mercoledì era stata rinvenuta una testa di maiale appesa al portone della sua abitazione, in via Roma.
Immediatamente allertate le forze dell'ordine, la prefettura e il Ministrero degli Interni.
Al momento la natura del gesto non è stata chiarita dagli inquirenti.
Al sindaco di Villa Literno sono arrivati attestati di solidarietà da tutta Italia.
Nella tarda serata è arrivato anche il messaggio del Ministro Luigi Nicolais: «Esprimo la mia solidarietà al sindaco Enrico Fabozzi vittima di un gravissimo gesto intimidatorio. Sostengo a pieno lo spirito di legalità e trasparenza dell'azione amministrativa del Comune di Villa Literno. Il governo a maggior ragione sarà impegnato in un'azione di contrasto alla criminalità organizzata senza quartiere».
Hanno fatto sentire con forza la loro voce anche il Governatore della Regione Campania Antonio Bassolino e il presidente della Provincia di Caserta Sandro De Franciscis
Si tratta di un vile e macabro atto intimidatorio- ha detto Bassolino- che va condannato con fermezza. Siamo al fianco di un sindaco fortemente impegnato ad affrontare e risolvere i problemi di una zona difficile, in cui la magistratura e le forze dell'ordine, con la collaborazione delle istituzioni e dell'associazionismo, sono in prima linea ogni giorno per contrastare il tentativo della camorra di espandere il suo potere. Chiunque intende arricchirsi attraverso il sopruso e la violenza- conclude Bassolino- sappia che la battaglia per la legalità e contro i clan resta il nostro impegno più importante.
Sono vicino ad Enrico- ha dichiarato De Franciscis a margine dellincontro con i rappresentanti del governo- e condanno con forza questo vile atto intimidatorio.

Un documento di unanime condanna è stato prodotto dalla conferenza dei capigruppo del consiglio comunale di Villa Literno.
Messaggi di solidarietà sono arrivati e continuano ad arrivare in varie forme da pressoché tutti i sindaci della provincia di Caserta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento