ELEZIONI. Apicella risponde per le rime a Martino: "Amato non si farà sicuramente manovrare da lui"

Scontro tra il candidato sindaco e il 'portavoce' del gruppo guidato da Amato

Michele Apicella

Botta e risposta tra gli avvocati Michele Apicella, candidato a sindaco per le prossime amministrative, e Giacomo Martino, ‘portavoce’ del gruppo guidato da Angelo Amato. Martino sosteneva, attraverso un documento firmato da tutto il gruppo, che Amato non aveva trovato alcun accordo con Apicella.

Adesso Apicella sottolinea che “non mi pare di aver mai fatto dichiarazioni tendenti ad affermare di avere chiuso accordi con il gruppo che fa riferimento al dottor Angelo Amato. Nella dialettica delle parti, che dovrebbe contraddistinguere anche una regolare contesa elettorale, può essere normale che gruppi si scambino contatti, incontri e qualunque attività possa contribuire alla realizzazione di progetti condivisi, per il futuro governo della Città. Da questo ad affermare, con forza e determinazione, che “ci urta profondamente e ci arreca numerosi danni …” penso che ce ne voglia e ce ne voglia molto. Forse dovrei essere io ad essere incazzato, contrariato ed offeso dal tenore del già citato virgolettato. Ribadisco con forza a determinazione di non aver mai fatto o fatto fare ad alcuno dei miei collaboratori più stretti, dichiarazioni circa i presunti accordi chiusi con il gruppo del dott. Amato”.

Poi il messaggio chiaro all’avvocato Martino: “Forse la manovra compiuta da Giacomo Martino voleva veramente mirare ad una destabilizzazione dei normali contatti tra le parti, ostacolare la necessaria dialettica e agevolare evidentemente altri competitor. Se la memoria non mi inganna non ricordo di aver fatto dichiarazioni come riportate dal portavoce del gruppo Amato, ma ad avvalorare la nostra tesi appena esposta (forse Martino voleva agevolare altri competitor) sta il fatto che pochi giorni prima della pubblicazione del presunto accordo tra Amato ed Apicella, era stato pubblicato un analogo articolo che riportava di un presunto accordo tra il gruppo Amato ed il gruppo di un altro candidato. Nessuno si è lamentato della cosa. Di cosa ha paura l’avvocato Martino? Con chi, l’avvocato Martino, vuole stringere accordi? E’ l’avvocato Martino che decide con chi e se prendere accordi con altri gruppi? Ha veramente questo potere o c’è forse un ulteriore regista occulto (e non tanto)? Se conosco gli amici del gruppo del dottor Amato (ai quali confermo ampiamente la mia stima), non penso proprio che si facciano guidare (o meglio manovrare) da chiunque. Nel ribadire la mia totale estraneità alle dichiarazioni addebitatemi, invito caldamente l’avvocato Martino (ed i suoi consigliori) a rilassarsi e a non dimenarsi troppo: fa anche male alla salute e toglie lucidità di pensiero ed azione. Il tempo, la dialettica, il confronto, la passione, l’amore per la nostra terra e, soprattutto, l’onestà e la trasparenza che mi contraddistinguono potranno dare ragione di tutte e singole le situazioni che andranno a determinarsi, anche in relazione ad accordi, condivisioni di programmi, di candidati, di collaborazioni e di tutto quanto potrà essere necessario per assicurare il buon governo della nostra Città, nel supremo ed assoluto interesse della nostra Collettività. Il mio impegno sul territorio trova origine, certamente, in anni addietro. Altri, forse, si stanno improvvisando solo adesso. Trentola Ducenta ha bisogno di ben altro che sterili ed artate polemiche”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

Torna su
CasertaNews è in caricamento