Politica

Terremoto Pd, Abbate denuncia: "Vogliono pianificare a tavolino le Primarie"

Il consigliere di Marcianise esce allo scoperto: "Un mio messaggio trasformato in caso mediatico"

Il consigliere comunale di Marcianise Dario Abbate

Dario Abbate e' uscito allo scoperto. Il consigliere comunale di Marcianise e' colui che ha mandato il messaggio "minaccioso" che ha spinto il vice segretario provinciale Marco Villano a rassegnare le sue dimissioni. Abbate, naturalmente, smentisce le minacce e parla di "caso mediatico" creato dopo che si è tentato di sopprimere il numero di seggi per le primarie nei centri in cui il gruppo che sostiene la candidatura di Nicola Zingaretti e' più presente. Ma soprattutto Abbate denuncia il tentativo di pianificare le primarie a tavolino.

IL DOCUMENTO INTEGRALE. "Ci risiamo. Noi, ancora una volta vittime di un disegno precostituito per comprimere la democrazia partecipativa nel Partito Democratico. L’ennesimo boicottaggio, questa volta a una mozione congressuale, posto in essere dalla solita filiera istituzionale. In modo unilaterale, arbitrario e strumentale, vengono soppressi o ridotti i seggi per le primarie, guarda caso solo nelle Città in cui è maggiormente radicata la mozione Zingaretti. Cosi, una breve telefonata da me ricevuta alle 18.40 di sabato 23 scorso dal componente della commissione per il congresso Marco Villano, seguita a un mio messaggio whats app di dissenso sulla ingiustificata riduzione dei seggi, viene ad arte trasformata in un caso mediatico al fine di inquinare la vicenda congressuale e di condizionarne l’esito. Da alcune settimane, infatti, un “autorevole” esponente della mozione Martina (quest’ultimo estraneo ai fatti) tenta ogni forma di pressione per indurre i rappresentanti della Lista “Lavoro con Zingaretti” a pianificare a tavolino i risultati delle prossime Primarie del 3 marzo 2019: l’accordo preventivo, per evidenti ragioni, è stato rifiutato. 

Tre anni di commissariamento, un lungo purgatorio anche personale, non sono serviti dunque a ricomporre, almeno nella sua struttura organizzativa e di rappresentanza provinciale, quella comunità di intenti e di progetti che da sola può ridare forza, peso e autorevolezza al Pd, ai suoi iscritti, al centrosinistra tutto. La canea sollevata in queste ore, gli insulti - questi si veri - a chi per l’ennesima volta si è opposto a soprusi e prevaricazioni, non ci offendono ma ci rattristano. Respingiamo accuse e bugie, difenderemo ancora e sempre la democrazia pretendendo il rispetto delle regole, oggi come sempre".

Dario Abbate e i sostenitori delle Liste “Con il lavoro per Zingaretti” e “Sinistra Con il Lavoro per Annunziata” 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Pd, Abbate denuncia: "Vogliono pianificare a tavolino le Primarie"

CasertaNews è in caricamento