Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

Al processo Eco 4 il pentito Luigi Guida, alias 'O' drink', rivela: rifiuti tossici venivano smaltiti nella discarica dei fratelli Orsi

Santa Maria Capua Vetere - "Mi attivai per far aprire una discarica a Santa Maria Capua Vetere, vicina al carcere penitenziario, allora gestita dai fratelli Orsi, prima della scarcerazione di Francesco Schiavone detto "Cicciariello". In quella...

203522_discarica-di-rifiuti_ftv

"Mi attivai per far aprire una discarica a Santa Maria Capua Vetere, vicina al carcere penitenziario, allora gestita dai fratelli Orsi, prima della scarcerazione di Francesco Schiavone detto "Cicciariello". In quella discarica venivano sversati rifiuti un poco particolari, tossici e industriali. La loro azienda (degli Orsi) non poteva smaltirli ma i camion passavano sempre, attraverso falsi documenti e truffe sul peso". Lo ha dichiarato il pentito Luigi Guida, detto "'o drink", ex reggente della fazione Bidognetti del clan dei Casalesi, all'udienza del Processo Eco 4 in cui è imputato l'ex sottosegretario Cosentino.
La discarica citata dal pentito è un ex impianto di combustibile da rifiuti, accanto all'attuale Stir, sito di tritovagliatura. L'imprenditore Nicola Ferraro (ex consigliere regionale Udeur), dice ancora il collaboratore di giustizia, voleva gestirla, tanto che, ha confessato il pentito, aveva anche pensato di uccidere Ferraro tra il 2003 e il 2004 "perché non manteneva i patti". "Volevo anche far sparire i fratelli Michele e Sergio Orsi - spiega, sollecitato dalle domande del pm Alessandro Milita - ma poi ho pensato che avrei smosso troppi equilibri". Sugli intrecci tra camorra, rifiuti e politica, il pentito ha raccontato di non aver mai assistito a incontri tra Nicola Cosentino, gli Orsi e l'imprenditore Gaetano Vassallo, ma di aver sentito parlare di queste frequentazione da Gaetano Cerci, Bernardo Cirillo e Giosuè Fioretto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al processo Eco 4 il pentito Luigi Guida, alias 'O' drink', rivela: rifiuti tossici venivano smaltiti nella discarica dei fratelli Orsi

CasertaNews è in caricamento