Politica

Elezioni: 55 consiglieri e amministratori dellUdc passano al Pdl

Napoli - Sono ben 55, tra consiglieri e amministratori dell'Udc di Napoli e Provincia, a passare in un sol colpo nelle fila del Popolo della Libertà. Si tratta di un folto gruppo di consiglieri provinciali, assessori e sindaci che lasciano per...

183327_nitto_palma

Sono ben 55, tra consiglieri e amministratori dell'Udc di Napoli e Provincia, a passare in un sol colpo nelle fila del Popolo della Libertà. Si tratta di un folto gruppo di consiglieri provinciali, assessori e sindaci che lasciano per aderire al Pdl, in polemica con i criteri seguiti dal loro partito nella composizione delle liste elettorali, ma soprattutto per dire no alla candidatura a Premier di Mario Monti e alla prosecuzione della sua agenda di tasse e tagli indiscriminati.
In totale si tratta di 55 tra consiglieri ed amministratori, tra i quali un assessore e sette consiglieri provinciali e numerosi consiglieri comunali dell' area vesuviana.
I 55 transfughi dell'Udc - guidati dall' assessore provinciale Pietro Langella e dai consiglieri provinciali Luigi Soraniello e Massimo Filoia - hanno costituito il "Movimento popolare campano" che alle elezioni politiche di febbraio, appoggerà il Popolo della Libertà.

Stando così le cose, il Gruppo dell' Udc alla Provincia di Napoli si riduce a 5 consiglieri. "Aspettiamo altre adesioni a breve", ha annunciato Sorianiello in una conferenza stampa con il commissario regionale del Pdl Nitto Palma. "Dopo le elezioni - ha detto Sorianiello - sugli equilibri alla Provincia (dove l' Udc è in giunta con il Pdl) bisognerà fare una verifica". "Con gli ex Udc - ha detto Nitto Palma - non si è parlato di presenze in lista, ma la loro adesione cambia il quadro politico regionale". "L' Udc ha trascurato il territorio nelle candidature - ha detto l' assessore Langella - e l' Agenda Monti per il Sud è inaccettabile. L' Udc raccoglie i voti dei moderati ed i risultati migliori li ottiene quando si allea con il Pdl, non con la sinistra". ,
Da più parti, dopo questo cambio di equilibri preelettorale, si è portati a considerare che il Popolo della Libertà, guidato da un combattivo Silvio Berlusconi, si appresti a ribaltare le previsioni dei sondaggi anche nella regione Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni: 55 consiglieri e amministratori dellUdc passano al Pdl

CasertaNews è in caricamento