menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si riunisce la rete dei Comitati Renzi dellalto Casertano

Pietravairano - Grande partecipazione a Pietravairano Giovedì 31 Gennaio 2013 all'incontro della RETE dei Comitati Renzi dell'alto Casertano. Intenso il dibattito e la qualità delle proposte messe in campo in quella che i democratici renziani...

Grande partecipazione a Pietravairano Giovedì 31 Gennaio 2013 all'incontro della RETE dei Comitati Renzi dell'alto Casertano. Intenso il dibattito e la qualità delle proposte messe in campo in quella che i democratici renziani definiscono una vera azione di ascolto per la definizione di un analisi dei bisogni socio-economico dei territori interessati a tali manifestazioni.
Difatti la novità è proprio un diverso approccio rispetto ad un impegno militante che ha l'ambizione , in questa campagna elettorale , di tracciare le basi di una vera e propria agenda di priorità per Terra di Lavoro."Stiamo sperimentando-afferma Carlo Marino- pratiche di buona militanza politica, dove un iniziativa politica non sia la solita passerella ma diventi un luogo di confronto e condivisione di istanze ed aspettative sociali mediate da interlocutori e partecipanti protagonisti attivi dell'evento stesso, allo scopo di definire i termini concreti di un percorso conoscitivo del nostro territorio con la realizzazione di una mappa dei bisogni e delle priorità."
Tanti volti nuovi a Pietravairano, attivisti democratici, militanti , amministratori e Sindaci , rappresentanti di un mondo civico e del diffuso associazionismo che l'area Renzi intende sempre più valorizzare, confermando sempre un grande interesse a quella che ormai molti individuano come una vera e propria area politica nell'ambito del Partito Democratico di Terra di Lavoro, che ha visto nella riunione di esordio a PietraVairano la presenza insieme all'Avv Carlo Marino anche dei protagonisti di questo gruppo come Gennaro Falco, Pietro Canzano, Edgardo Ursomanno Carlo Corvino e Carmine De Lucia.Elemento centrale della discussione la definizione delle iniziative locali per la campagna elettorale per le elezioni politiche e la strategia organizzativa dei Renziani ; interessanti gli spunti emersi dai numerosi interventi dei presenti che hanno posto l'accento sulle diverse criticità locali , segnalando nel contempo i punti di forza dello stesso territorio che vedranno il coordinamento locale dei circoli renziani pedemontani, impegnati nel prossimo futuro in iniziative di interesse.
La definizione di un nuovo ed integrato processo Socio-Sanitario che ridisegni la strategia della domanda e del bisogno sanitario nell'area teanese-pedemontana, è risultato un'urgente necessità nell'intervento di Francesco Magellano, consigliere comunale di Teano, significando la possibilità di un organizzazione dei Servizi socio sanitari con forte integrazione con un territorio vastissimo e complesso da un punto di vista orografico. Lo stesso Magellano ha posto l'auspicio di operare per una forte mobilitazione elettorale in tutto il territorio pedemontano e teanese significandosi nella concretissima opportunità di capitalizzare l'elezione per il partito democratico alla camera dei deputati dell'On Pina Picierno che dovrà rappresentare non solo una risorsa istituzionale del territorio ma un vero e proprio strumento per il cambiamento dello stesso con un confronto costante e concreto con gli attivisti dell'area Renzi.
Mariano Sorvillo Sindaco di Sparanise ,ha ribadito la necessità di contribuire con la presenza e la passione del gruppo renziano ad un rafforzamento energico del Partito democratico locale che per molti aspetti è ancora deficitario da un punto di vista organizzativo- strutturale e di una proposta complessiva di disegno strategico dell'intera area, un partito che Sorvillo disegna come strumento di impulso intercomunale della strategia dello sviluppo locale con una intensa azione di sinergia e coinvolgimento degli amministratori democratici locali nell'ambito delle aree di sviluppo industriale , economico ed agroalimentare.

Vincenzo Laurenza sindaco di Rocchetta e Croce rafforza l'idea di un Partito Democratico che sia strumento di ausilio delle piccole comunità locali, non già solo latore di iniziative che scavalcano e mortificano le identità locali ed amministrative dei territori, un partito aggiunge che "non convochi solo i suoi amministratori per il peso specifico degli enti locali solo in occasioni di elezioni e posizioni nei vari enti consortili e strumentali"Il padrone di casa Francesco Zarone sindaco di Pietravairano, ha manifestato la sua convinzione per il percorso di metodo politico dell'area Renzi ravvisando la necessità di una maggiore impulso organizzativo della stessa area .
Di analogo tono sui vari contenuti si sono registrati gli interventi dei numerosi partecipati come il Consigliere comunale Pietro Antoscia di Pietravairano , Anna Fucile consigliere Comunale di Sparanise , Nicola Raffaele di Vairano Patenora, Francesco Cialella e Enzo Gliottone di Caianello, Vincenzo Sansiviero di Pignataro, Giuseppe Santagata di Alife, Gianluca Pascarella di San Potito, Luca Fragola di Piedimonte Matese, Ippolito Caruso di Ailano, Paolo di Stavolo e Pietro Orsi di Letino, Marco Melese di Teano, Vincenzo Bolletti di San Pietro Infine.Tutti hanno concordato nel dare corpo al coordinamento territoriale dei Comitati Renzi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La Domiziana invasa da un'imbarcazione di 24 metri | FOTO

Attualità

Docente della scuola elementare positiva al coronavirus

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento