Politica

Sagliocco scrive ai consiglieri Della Valle, Dello Vicario e Galluccio: Incontriamoci, ma sui principi non si negozia

Aversa - "Con profondo rammarico e sconcertato per davvero, registro il richiamo riportato nel documento a firma dei Consiglieri Gianpaolo Dello Vicario, Luigi della Valle e Michele Galluccio circa l'asserita "assenza di condivisione" su scelte...

"Con profondo rammarico e sconcertato per davvero, registro il richiamo riportato nel documento a firma dei Consiglieri Gianpaolo Dello Vicario, Luigi della Valle e Michele Galluccio circa l'asserita "assenza di condivisione" su scelte fondamentali dell'Amministrazione". Così edordisce il Sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, nella nota inviata ai consiglieri Della Valle, Dello Vicario e Galluccio. E continua: "Tra l'altro, nel documento sento parlare di "bene di Aversa e degli Aversani" che mi procura ulteriore e più profondo sconcerto. Leggo poi di "Democrazia" in nome di principi.
Tutto l'impianto argomentativo, così come esposto, dal punto di vista del sottoscritto, che crede profondamente nell'idea di "Bene Comune" e "Principi di democrazia e libertà" , mi inducono a ribadire un concetto più volte ricordato in Consiglio Comunale , ovvero "Sui principi non si negozia".
Tra l'altro, profondamente convinto del valore dell'appartenenza e del ruolo imprescindibile che hanno sviluppato i partiti nella Democrazia Italiana, nell'accezione più nobile del termine, presuppongono regole indispensabili, da cui non si può prescindere, regole definite che costituiscono il presupposto necessario per giungere a decisioni assunte collegialmente all'interno di un partito e che non possono essere disattese da un singolo consigliere comunale.
Tutti gli atti di programmazione, dove un partito, degno di questo nome e quindi responsabile del governo cittadino, assume nella responsabilità di chi ha la rappresentanza, vanno approfonditi e non possono essere vanificati da una produzione giornalistica e mass-mediatica che di fatto consente agli organi di rappresentanza di smentire la mattina, la decisione assunta la sera.
Il riferimento ad un cospicuo numero di cittadini che ci hanno sicuramente gratificato con il proprio consenso per un partito, non autorizzano ad attribuire ad altri abusi o inciuci che sono prerogative di alcuni ben individuati soggetti i quali, hanno nel tempo, abbondantemente radicato l'esercizio della individuale riflessione, oltre che di gestione. E' chiaro che, prima di ogni decisione, e di quanti di questa colazione hanno a cuore l'interesse della Città, esse vanno confrontate con tutti.
A tutti bisogna dare la possibilità , ma se tutti sono in condizione di rappresentare le proprie idee e di convincere gli altri della bontà delle stesse. Se il dato della partecipazione e del confronto e quindi della condivisione è ancorato ad aspetti che riguardano i propri convincimenti che non vanno confrontati con chi che sia, trattasi di altra idea di partecipazione e di condivisione, a mio avviso questa sì è la premessa per quelle sempre invocata trasparenza e legalità tanto a cuore ai sottoscrittori del documento in esame. Quanto alla politica con la "P" maiuscola, essa va nobilitata con quotidiano impegno e costante affermazione, attraverso comportamenti ed azioni che sono anche essi per me convincimento di una Città e di un elettorato da cui tutti dipendiamo e da cui non sfuggiamo per le continue azioni di controllo.
Rispetto agli inviti alla partecipazione, forse sfugge il dato dell'innovazione messa in campo quest'anno rispetto alla presentazione di progetti e partecipazione di questo Ente a bandi Europei, Nazionali e Regionali.
Non va altresì sottaciuto, in tema di gestione di risorse umane, che per la prima volta è stata raggiunta già a Marzo un'intesa con le organizzazioni sindacali, quindi per la prima volta un accordo programmatico siglato ex ante e non a consuntivo di un'attività.Con le Organizzazioni Sindacali, che pubblicamente devo ringraziare, abbiamo condiviso procedure, in tema di gestione del personale che mirano ad affermare principi di meritocrazia, controlli, riduzione delle figure Apo. Ciò dimostra dunque un'azione che non ha svilito, ma anzi esaltato, la fase della consultazione, informazione e contrattazione. Per quanto riguarda il richiamato concetto di "regime", i sottoscrittori ne dovrebbero conoscere il metodo più dello scrivente.
La stessa individuazione di figure Dirigenziali, con riferimento all'Ing. Alessandro Diana, conosciuto da tutti per l'indiscusso valore e merito professionale, non è stata sicuramente una cooptazione senza regole, in un processo sviluppatosi nel rispetto della legge e condiviso dai più. Appare strano che solo alcuni esprimono dubbi sulla procedura messa in campo.

La Città di Aversa giammai è stata barattata dal sottoscritto. Preferisco non dilungarmi su alcuni commenti, ma un'ultima cosa ritengo necessario sottolineare ed è costituita dall'ulteriore richiamo della Politica con la "P" maiuscola che mette in circuito l'idea del rispetto dei tantissimi cittadini aversani che si preme di rappresentare. Io penso che è in discussione il rispetto di se stessi, oltre che il dovuto riguardo che tutti dobbiamo avere verso l'intelligenza degli aversani, buoni conoscitori di uomini e cose, ma principalmente ansiosi, come d'altronde i tempi suggeriscono e la Politica con la "P" maiuscola dovrebbe metabolizzare nel senso di un approccio diverso con le tante grandi questioni che da troppo tempo aspettano di essere affrontate e risolte.
La Politica con la "P" maiuscola a cui ci riferiamo dovrebbe orientare la nostra azione verso quella " Res Pubblica" che dovrebbe essere la costante dell' agire quotidiano, in coerenza con le cose che diciamo.Nella disponibilità totale a chiarire i tanti punti non toccati da questa mia nota ribadisco, con ulteriore determinatezza "sui principi non si negozia" Con questo spirito sono disposto ad ascoltarvi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sagliocco scrive ai consiglieri Della Valle, Dello Vicario e Galluccio: Incontriamoci, ma sui principi non si negozia

CasertaNews è in caricamento