Politica

Villano: 'Ripartiamo dall'unita'. L'amministrazione Di Santo vada a casa'

Sant'Arpino - "E' il momento che il Pd santarpinese cambi volto e cambi metodo. Dopo gli anni del dualismo e dell'incertezza, è arrivato il tempo dell'unità e del rilancio dell'azione politica. Sgombriamo il campo dai dubbi e ripartiamo da subito...

"E' il momento che il Pd santarpinese cambi volto e cambi metodo. Dopo gli anni del dualismo e dell'incertezza, è arrivato il tempo dell'unità e del rilancio dell'azione politica. Sgombriamo il campo dai dubbi e ripartiamo da subito senza confusioni: a Sant'Arpino ci sarà un'unica sezione del Partito e una chiara linea politica". Interviene così Marco Villano, commissario pro tempore del Circolo di Sant'Arpino sulle questioni che da tempo rischiano di offuscare la trasparenza del Pd. "E' impensabile vi siano circoli dove esponenti dello stesso partito siedono contemporaneamente tra i banchi dell'opposizione e quelli della maggioranza. Se errori ci sono stati, anche da parte della segreteria provinciale, siamo pronti a ripartire e lo faremo da subito e tutti assieme".Quanto alle vicende che coinvolgono il sindaco Di Santo, il coordinatore provinciale della segreteria del Pd dichiara: "E' necessario che il comune atellano volti pagina nell'esclusivo interesse dei cittadini atellani traditi e offesi dagli atteggiamenti posti in essere dal sindaco e consigliere provinciale dell'Udc nella sua funzione di amministratore pubblico. Non voglio anticipare sentenze definitive ma neanche mi è concesso di far finta che nulla sia successo. Per questi motivi ed in seguito alla constatazione che al di là di tutto, l'amministrazione Di Santo è un'amministrazione assolutamente fallimentare- dice- abbiamo chiesto insieme ai nostri parlamentari Capacchione e Picierno, insieme a Stefano Graziano (consigliere per l'attuazione del programma del Governo Letta), Lucia Esposito, Raffaele Vitale insieme all'intero gruppo dei Gd e insieme a mille cittadini di Sant'Arpino, le dimissioni del sindaco e dell'intera giunta con conseguente scioglimento del consiglio comunale ". Il successo dell'iniziativa di ieri, dimostra che la città ritiene necessario che sia rimessa nelle mani dei cittadini la scelta di una nuova classe dirigente di Sant'Arpino, di un nuovo sindaco e di una nuova giunta comunale"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villano: 'Ripartiamo dall'unita'. L'amministrazione Di Santo vada a casa'

CasertaNews è in caricamento