Politica

Giordano (Idv): scongiurare perdita autonomia gestionale scuola Pietro Giannone

Caserta - "Non scholae, sed vitae discimus" è ancora li, su una parete dell'istituto "P. Giannone" per imprimere nella mente, ieri come oggi, il significato della cultura nel pensiero della vita. Tanti alunni, genitori e docenti, di Caserta e...

"Non scholae, sed vitae discimus" è ancora li, su una parete dell'istituto "P. Giannone" per imprimere nella mente, ieri come oggi, il significato della cultura nel pensiero della vita. Tanti alunni, genitori e docenti, di Caserta e dell'intera provincia, da quasi 150 anni hanno letto questa frase nel salire le scale dello storico complesso, da sempre importante punto di riferimento culturale e che ancora oggi, ancorato alle linee della tradizione ma aperto alle innovazioni della società e alle richieste del territorio, costituisce una viva e reale espressione di formazione intellettuale.
L'istituto è patrimonio di tutti i cittadini casertani ed appartiene ad essi; è, quindi, lecito opporsi al rischio che si possa perdere l'identità del tipo di scuola che ha nutrito tante generazioni del suo spirito fortemente saldato alla forza di grandi valori."
Ad intervenire sull'argomento del dimensionamento scolastico, dopo l'istanza al Presidente Caldoro, al fine di scongiurare la perdita di autonomia gestionale della scuola Pietro Giannone è nuovamente l'on. Eduardo Giordano, capogruppo dell'Idv alla Regione. "E' indispensabile e doveroso che si difendano le origini e le vicende della propria terra, rafforzando ed affermandone l'attaccamento e il senso di appartenenza al bene comune impegnandosi affinchè una parte importante della memoria collettiva non venga persa.
Bisogna trovare una soluzione che assolutamente non rimanga indifferente al richiamo di una città che vuole continuare a rendere omaggio alla memoria di un passato ricco e valente e a promuovere ancora la formazione di nuove generazioni. La scuola "Giannone" è depositaria di un patrimonio di pregio, e come tale deve essere salvaguardato con interventi ed istanze che ne garantiscano almeno la conservazione e la valorizzazione."

Pertanto solo un accorpamento verticale dei cicli scolastici, scuola media, ginnasio e liceo, potrebbe rilanciare un'offerta formativa di tipo umanistico consapevole del rinnovato mondo del lavoro nel rispetto dell'antico edificio.
Ritengo illegittimo applicare una legge che una sentenza della Corte Costituzionale la n. 147 del 04/06/2012 ha dichiarato anticostituzionale. Invito, pertanto, le competenti istituzioni a partecipare alla creazione di un plesso di primo e secondo grado "P. Giannone."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giordano (Idv): scongiurare perdita autonomia gestionale scuola Pietro Giannone

CasertaNews è in caricamento