Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Pd, le donne di Casagiove: partecipazione attiva e impegno

Casagiove - Il punto di vista femminile è essenziale nel buon governo, ma a Casagiove questo dato di fatto è del tutto ignorato: il d.l. 18 agosto 2000, n. 267 recita al punto 3 "Gli statuti comunali e provinciali stabiliscono norme per...

Il punto di vista femminile è essenziale nel buon governo, ma a Casagiove questo dato di fatto è del tutto ignorato: il d.l. 18 agosto 2000, n. 267 recita al punto 3 "Gli statuti comunali e provinciali stabiliscono norme per assicurare condizioni di pari opportunità tra uomo e donna ai sensi della legge 10 aprile 1991, n. 125, e per promuovere la presenza di entrambi i sessi nelle giunte e negli organi collegiali del comune e della provincia, nonché degli enti, aziende ed istituzioni da essi dipendenti".

È evidente a tutti coloro che hanno dimestichezza con l'amministrazione comunale di Casagiove che è del tutto disatteso lo spirito e l' attuazione della norma succitata.Pertanto le donne democratiche sono, dal momento stesso dell'insediamento del nuovo coordinamento di circolo, attive nell'intraprendere tutte le iniziative necessarie al loro inserimento attivo nel tessuto sociale e politico della città.Dopo la pausa estiva, con la ripresa delle attività, già nei primi giorni di settembre (il 10 p.v.) si riuniscono in assemblea per nominare le componenti del coordinamento femminile ed eleggere la coordinatrice del Circolo di Casagiove.Questa la comunicazione della convocazione e le motivazioni dell'evento:"Lunedì 10 settembre p.v., alle ore 19.30, nella sede del Circolo di Casagiove, in via s. Croce, si terrà un incontro, aperto a tutte le donne che avvertono la necessità di impegnarsi per contribuire al miglioramento della qualità di vita nella nostra città, nel quale si procederà all'elezione di un Coordinamento Femminile Casagiovese e di una sua coordinatrice.
Casagiove è un comune di una provincia difficile come e, forse, più delle tante province di questo Mezzogiorno: la crisi economica, lo sappiamo, si riverbera inevita-bilmente anche nel sociale. Se essere cittadini di questo Mezzogiorno oggi è difficile, es-sere donna richiede un impegno ancora maggiore. La fabbriche che chiudono, la sanità a pezzi, la criminalità organizzata sono fattori che richiedono un cambio di rotta forte; noi donne siamo in prima linea a subirne gli effetti. Ma siamo pronte anche ad essere in prima linea per creare un'alternativa.Tendenzialmente le Donne possiedono le caratteristiche necessarie e gli strumenti atti ad essere il motore di un cambiamento vero - non solo di facciata - capace di radicarsi nel Paese e di contribuire per questo a sconfiggere "cattive abitudini" e "ma-lapolitica". Il senso di libertà e di giustizia che da sempre le Donne dimostrano, alla prova dei fatti, di possedere è la chiave per far ripartire il Paese, insieme a quel potenziale 'ri-voluzionario' che rende ogni Donna capace di sognare l'impossibile e di spendersi co-stantemente e generosamente per trasformarlo in realtà, per il bene comune.Interverrà la coordinatrice provinciale delle Donne PD Rosida Baia."

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd, le donne di Casagiove: partecipazione attiva e impegno

CasertaNews è in caricamento