Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Cresce la coalizione a sostegno di Filippo Fecondo

Marcianise - Si sta delineando come una vera e propria coalizione di governo composta da forze progressiste e moderate quella che sosterrà la candidatura dell'ex sindaco Filippo Fecondo. Dopo il Partito Democratico e i Moderati (facenti capo al...

080847_piazza_umberto_primo_balconata

Si sta delineando come una vera e propria coalizione di governo composta da forze progressiste e moderate quella che sosterrà la candidatura dell'ex sindaco Filippo Fecondo. Dopo il Partito Democratico e i Moderati (facenti capo al Consigliere Regionale Eduardo Giordano), ora anche Sel scioglie definitivamente la riserva dopo una risolutiva rottura col gruppo dei Popolari Democratici (facente capo a Piero Squeglia), Centro Democratico (il cui leader cittadino è Pino Riccio) ed il Psi di Pinuccio Moretta. Un braccio di ferro interno al partito vendoliano che ha visto prevalere l'area costituita dal segretario Alessandro Martino e dal presidente provinciale di Sel Angelo Golino. In questo modo saranno almeno quattro le liste che sosterrano l'ex fascia tricolore anche se dagli ambienti democrat si preannunciano nuove adesioni al progetto politico del centrosinistra. Un evidente vantaggio rispetto agli altri schieramenti dove ancora non si riesce ad intravedere, per il momento, una sintesi.Ecco il testo diffuso da Sinistra, Ecologia e Libertà: "Nella riunione tenutasi Venerdì 15 Marzo nella sede del circolo cittadino di Sinistra ecologia e libertà il coordinatore cittadino Alessandro Martino ha ripercorso tutte le fasi che hanno contraddistinto i percorsi e la discussione politica dei vari tavoli succedutisi nell'ultimo anno ed ha ribadito con forza la centralità ed il ruolo politico che Sinistra Ecologia e Libertà ha portato avanti attraverso un confronto sereno e costruttivo con tutte i partiti di centrosinistra. Vari sono stati i tentativi di convincere tutte le forze politiche ad elaborare una piattaforma politico-programmatica e la proposta di uno o più candidati sindaco attraverso la quale poter portare avanti un confronto col partito Democratico. Già nel mese di Dicembre, malgrado l'assenza di una proposta alternativa a quella del Partito Democratico, Sinistra ecologia e libertà indicò ai propri alleati lo strumento delle primarie anche al fine di accelerare la discussione interna. Le primarie, come strumento per scegliere il candidato Sindaco, furono sempre rifiutate dalle forze politiche sedute al tavolo.

Nella riunione tenutasi la scorsa settimana Sel decideva di abbandonare il tavolo di centrosinistra e, in un estremo tentativo di intavolare un confronto sereno, si faceva promotore di un ulteriore incontro, al fine di verificare quali erano le vere intenzioni di tutte le forze in campo.
In tale incontro si registrava incredibilmente una adesione alle ipotesi delle Primarie rifiutate invece con forza precedentemente ma, ancora una volta, nessuna ipotesi di candidatura alternativa a quella del Partito Democratico veniva messa in campo. Le primarie, tardivamente accettate, si sarebbero dovute tenere senza il Partito Democratico che era indisponibile a parteciparvi, considerandole a quel punto strumentali e decisamente fuori tempo. Verificato con il segretario del Pd, quindi, l'indisponibilità a partecipare alle primarie in base a ragioni non infondate, il circolo cittadino di Sinistra ecologia e libertà, considerando il Partito Democratico un alleato politico indispensabile per la costruzione di un vero centrosinistra a Marcianise, ha deliberato che già dalla prossima settimana avvierà un confronto serratissimo e settimanale col Pd al fine di condividere una proposta politico-programmatica ed il candidato sindaco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce la coalizione a sostegno di Filippo Fecondo

CasertaNews è in caricamento