Politica

Il circolo Pd ricorda Mario Santoro

Casagiove - Mario Santoro ci ha lasciato. Portato via dalla malattia e dal dolore che il destino gli ha destinato con la crudeltà delle perdite incolmabili, lascia agli amici e alla città un'eredità di lavoro, un esempio di rettitudine, una...

Mario Santoro ci ha lasciato. Portato via dalla malattia e dal dolore che il destino gli ha destinato con la crudeltà delle perdite incolmabili, lascia agli amici e alla città un'eredità di lavoro, un esempio di rettitudine, una testimonianza di ideali.Figlio del primo Sindaco che la città ha scelto, dopo l'annullamento della sua identità voluta dal fascismo, coinvolto dalle idee forti e dall'esempio di questo lavoratore semplice, intellettuale per elezione, legato alle ragioni del mondo del lavoro e dei deboli, ha vissuto di quell'insegnamento e con esso è stato coerente.L'amore per la sua città, per la sua gente, per quella Terra di Lavoro che andava cambiando in peggio i suoi connotati tradizionali non è mai venuto meno né nel suo lavoro, né nella sua quotidiana azione di cittadino attivo.Un suo volume, edito dalla Camera dio Commercio, sulle tradizioni che vivono attraverso le adunate di popolo che sono i mercati, le fiere e il folklore locale è esempio dell'attenzione che sempre destinò alla sua gente, dell'amore semplice per le tradizioni e i valori portanti della civiltà del lavoro.Mario Santoro non volle mai, benché fortemente sollecitato, entrare nell'agone politico, il suo carattere riservato non gli impedì, però, di esprimere con chiarezza e, a volte, con durezza le sue opinioni. Lo avevano splendidamente segnato le idee del padre e l'insegnamento di Sandro Pertini. Per entrambi ha nutrito un rispetto alto, ai limiti della venerazione.Con Mario Santoro se ne va un pezzo irripetibile di umanità e di impegno, un pezzo importante di quell'immenso patrimonio culturale che la nostra comunità ha saputo produrre.Perdendo Mario perdiamo un amico. Sarà nostro compito raccoglierne intiera l'eredità, che non è solo quella di un uomo, ma quella di una generazione che ha saputo credere e testimoniare i propri valori, che è stata argine al degrado e alla corruzione di cui son malati i nostri tempi.La nostra speranza è che i giovani sappiano seguirne l'esempio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il circolo Pd ricorda Mario Santoro

CasertaNews è in caricamento