Politica

Protezione civile recupera i botti di Capodanno inesplosi

San Nicola la Strada - È stata una lunghissima notte di lavoro per i volontari del Nucleo comunale della Protezione civile. I volontari lo sentivano nell'aria che quest'anno sarebbe stato duro, le prime avvisaglie ci sono state dalle prime ore del...

080618_botti_prot

È stata una lunghissima notte di lavoro per i volontari del Nucleo comunale della Protezione civile. I volontari lo sentivano nell'aria che quest'anno sarebbe stato duro, le prime avvisaglie ci sono state dalle prime ore del 31 dicembre, forti botti facevano tremare i vetri delle abitazioni e già dalla mattina la sala operativa della Protezione Civile di San Nicola la Strada, veniva allertata da cittadini spaventati dagli scoppi. Il Sindaco Pasquale Delli Paoli, l'Assessore alla Protezione Civile ed il Coordinatore della Protezione Civile Ciro De Maio, ottemperando al piano Comunale di emergenza avevano già stilato un piano di intervento sul territorio per evitare incidenti. Lo stesso Assessore aveva voluto raddoppiare la vigilanza sul territorio da parte dei Volontari della Protezione Civile nell'ultima notte dell'anno. La campagna di sensibilizzazione "A farsi male a Capodanno i ragazzi non ci stanno", giunta alla undicesima edizione, rivolta ai giovani per prevenire gli incidenti da fuochi d'artificio, anche quest'anno ha fatto sì che non si registrassero incidenti dovuti al cattivo uso dei fuochi d'artificio e non sono stati registrati feriti. La campagna di sensibilizzazione si è conclusa il primo gennaio con la consueta "bonifica del territorio". Pochi minuti dopo la mezzanotte, è stata attivata una procedura di allerta presso la sede della Protezione Civile con il seguente numero di emergenza 0823 452242 e una rete di collegamenti via radio tra squadre di volontari che, insieme alla Polizia Urbana, hanno setacciato, nonostante il freddo della notte, l'intero territorio alla ricerca di botti inesplosi e, quindi, pericolosissimi. Nel caso di ritrovamento è stata avvertita la Questura di Caserta che è intervenuta con artificieri o vigili del fuoco per il disinnesco dei petardi. I volontari sono intervenuti all'alba presso il Cimitero cittadino per un incidente automobilistico che ha visto coinvolti diversi giovani ma, fortunatamente, non è stato registrato alcun ferito. Poi sono intervenuti alla Rotonda dove numerosi giovani che erano ubriachi a bordo delle loro auto sono stati invitati a scendere ed a chiamare qualche parente a casa. In Via Santa Croce sono stati ritrovati diversi botti che erano delle vere e proprie bombe e sono stati chiamati gli artificieri. L'attività dei volontari si è prolungata sino alle ore 12.00, quando, tutti insieme, si sono ritrovati nella sede della Protezione Civile in via Paul Harris per il consueto brindisi di auguri, festeggiando ancora una volta l'assenza di incidenti provocati dall'uso inadeguato dei fuochi d'artificio. I volontari erano tanti e ben addestrati per la messa in sicurezza di vere e proprie bombe, in attesa degli artificieri per il disinnesco. Il sindaco Pasquale Delli Paoli, il vice sindaco ed il Coordinatore Ciro Di Maio, hanno ringraziato il Prefetto di Caserta, il Funzionario della Prefettura delegata alla Protezione Civile di Caserta, il Questore, e il dott. Raffaele Persico, oltre al Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, e tutte quelle persone che hanno aiutato l'Amministrazione Comune di San Nicola la Strada a diffondere questo progetto anche nei comuni limitrofi, nell'interesse di tutti i cittadini per trascorrere un capodanno sereno ma soprattutto privo di incidenti. Da anni l'Amministrazione Comunale, in occasione delle festività di fine anno, realizza insieme ai Volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile, coordinati da Ciro De Maio, questa iniziativa che nel tempo ha contribuito, in modo consistente, a far diminuire il numero dei feriti nel nostro territorio a causa dell'uso indiscriminato di petardi illeciti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Protezione civile recupera i botti di Capodanno inesplosi

CasertaNews è in caricamento