Mercoledì, 16 Giugno 2021
Politica

Sel e rifiuti zero: basta tessitori di sogni

Santa Maria Capua Vetere - Dal suo "pellegrinaggio mordi&fuggi" all'evento di formazione per i Comuni dell'Associazione ZeroWaste a Capannori del 19 Maggio scorso, sembra che l'Assessore Donato Di Rienzo sia tornato a casa pieno di idee per la...

Dal suo "pellegrinaggio mordi&fuggi" all'evento di formazione per i Comuni dell'Associazione ZeroWaste a Capannori del 19 Maggio scorso, sembra che l'Assessore Donato Di Rienzo sia tornato a casa pieno di idee per la gestione dei Beni Comuni della nostra città e per il corretto e virtuoso trattamento dei rifiuti.
Registriamo finalmente qualche parola che, seppur in ordine sparso, riguarda la strategia RifiutiZero per il nostro territorio cittadino, su cui da diverso tempo come Circolo «Enrico Berlinguer» di Santa Maria Capua Vetere ci stiamo spendendo: sentiamo di distributori automatici delle buste utilizzabili con la tessera del codice fiscale, dell'acqua del Sindaco, del wi-fi libero in alcune zone della città e in ultimo di un controllo più stringente sulla corretta raccolta differenziata ad opera di fantomatici "eco-volontari".
Tante buone intenzioni, tante belle parole, tanti bei proclami: senza volerci soffermare in questo contesto in analisi tecniche sulle proposte, ma prendendone spunto, vogliamo però ricordare che il tempo della campagna elettorale é terminato ormai da un anno ed i nostri amministratori devono metterselo bene in testa.
Non possiamo più accettare tessitori di sogni o narratori di favole: vogliamo che quando un esponente dell'attuale Amministrazione rende pubblica un'iniziativa che intende intraprendere lo faccia in maniera concreta, dica come e soprattutto quando ciò che annuncia verrà realizzato.Ben si intenda che la nostra richiesta di chiarezza e concretezza non é rivolta solo all'assessore Di Rienzo, né è confinata ai temi di Ambiente, Beni Comuni e Salute Pubblica, ma va estesa a tutta l'attuale amministrazione ed ai suoi esponenti, Assessori o Consiglieri che siano.
Siamo annoiati dai continui tira e molla, dai finti o veri litigi tra questo o quello, che riempiono le pagine politiche dei giornali - e purtroppo anche le discussioni tra normali cittadini - alimentati giornalmente dai protagonisti di questa Amministrazione: non siamo interessati ai dissidi familiari, alle prese di posizione di singoli Consiglieri o di intere associazioni a sostegno del padre o del figlio, alle divergenze di natura ciclistica tra il Sindaco e un Assessore.Basta con questa Dynasty sammaritana, degna delle peggiori telenovelas sudamericane!
Vogliamo che ad un anno dall'insediamento di questa Amministrazione venga dissolto il fumo delle chiacchiere, dietro cui mascherare manovre discutibili, e si agisca per il bene della nostra Città e della popolazione sammaritana: se non lo si vuol fare o non si é in grado di farlo - a causa dei troppi debiti contratti con le promesse elettorali di un anno orsono, oggi in scadenza - invitiamo questo Sindaco e tutto il barraccone pseudo politico-associativo che lo sostiene a togliere il disturbo e lasciare ai cittadini la possibilità di riscattarsi dalla contagiosa follia elettorale del 2011 e poter sperare di avere persone che seriamente e con competenza possano e vogliano amministrare questa città.

Ancor di più vogliamo rivolgerci ai nostri compagni ex-alleati del CentroSinistra che, con spirito che oggi non si può che definire suicida, un anno fa si sono andati ad impantanare nell'attuale malsana esperienza di governo della città.Vorremmo poter sentire nell'aula consiliare le voci dei consiglieri e degli assessori di PD e PSI argomentare per il bene della città e non unicamente avallare il trasformismo di Sindaco, Associazioni, amici e parenti.
Escano dal loro silenzioso isolamento, riacquistino una connotazione che li distingua nell'informe maggioranza attuale, recuperino la propria identità e si rimettano alla ricerca di interlocutori validi e credibili in città, riappropriandosi del ruolo di protagonisti tra le forze politiche cittadine, della seria rappresentanza della gente, rinunciando ad accontentarsi di fare da tappezzeria nella squallida soap-opera che sta andando in onda a Santa Maria Capua Vetere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sel e rifiuti zero: basta tessitori di sogni

CasertaNews è in caricamento