Politica

Maxi inchiesta sulle truffe alle assicurazioni auto: Gip revoca arresti per tre indagati. Il primario Belfiore restera' ai domiciliari

Caserta - Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Baldassarre, ha revocato gli arresti per tre indagati nell'ambito dell'inchiesta sulle truffe alle assicurazioni auto in provincia di Caserta, indagine che l'11 luglio scorso...

065627_tagliandi_assicurativi

Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Antonio Baldassarre, ha revocato gli arresti per tre indagati nell'ambito dell'inchiesta sulle truffe alle assicurazioni auto in provincia di Caserta, indagine che l'11 luglio scorso aveva portato all'emissione di 42 misure cautelari. A seguito degli interrogatori di garanzia, il giudice ha rimesso in libertà Carmine Sardaro, Luciano Curci e Francesco Russo, mentre ha concesso l'obbligo di dimora a Stanislao Di Bello, Vincenzo Schiavone, Aldo Garofali, Gaetano Battaglia, Franco Di Fabio, Carmine Angrisani,Giuseppe Sorrentino e l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per Concetta Becchimanzi. A Francesco Corvino (difeso dall'avvocato Rosario Avena), a Domenico Di Dona, Francesco Pacia e Francesco Panaro (difeso dall'avvocato Angelo Raucci) sono stati concessi gli arresti domiciliari.
Resterà agli arresti domiciliari il primario del reparto di Radiologia dell'ospedale civile San Sabastiano di Caserta, professor Giuseppe Belfiore, accusato di aver agevolato la prescrizione di falsi referti medici nel centro Massa di Casagiove gestito dalla moglie - utilizzati poi per la richiesta di rimborso alle agenzie truffate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi inchiesta sulle truffe alle assicurazioni auto: Gip revoca arresti per tre indagati. Il primario Belfiore restera' ai domiciliari

CasertaNews è in caricamento