menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
075341_disoccupati_striscione_ftv

075341_disoccupati_striscione_ftv

Scontro in maggioranza: bocciata mozione Fratelli d'Italia sullOutlet

Marcianise - Un consiglio comunale ad altissima tensione quello tenutosi ieri sera. All'ordine del giorno l'approvazione dei debiti fuori bilancio (in buona parte relativi a sentenze e onorari di avvocati) ma anche una mozione presentata dal...

Un consiglio comunale ad altissima tensione quello tenutosi ieri sera. All'ordine del giorno l'approvazione dei debiti fuori bilancio (in buona parte relativi a sentenze e onorari di avvocati) ma anche una mozione presentata dal gruppo Fratelli d'Italia relativamente alla recente delibera sull'espansione dell'Outlet La Reggia. Ma la discussione delle interrogazioni e interpellanze è stata più volte interrotta per via della presenza molto animata di un gruppo di disoccupati marcianisani presenti tra il pubblico nella sala consiliare. La situazione, infatti, è degenerata quando il presidente del consiglio comunale Giuseppe Tartaglione ha chiesto alle forze dell'ordine, presenti in numero considerevole nella sala, di identificare alcune persone che stavano a suo dire disturbando la celebrazione dell'assise. A questo punto è iniziato un botta e risposta con uno degli esponenti del gruppo di disoccupati che ha apostrofato il presidente del consiglio comunale con l'epiteto di "camorrista". Sono poi intervenuti i carabinieri e i poliziotti presenti in aula per ristabilire l'ordine. Ma la collera è proseguita anche nel salone che precede la sala consiliare con urla e spintoni da parte di alcuni facinorosi.

Solo in seguito il sindaco Antonio De Angelis ha chiesto la parola ed è intervenuto spiegando quali sono state le azioni che la sua amministrazione ha portato avanti finora sul tema lavoro soffermandosi soprattutto sulla questione della delibera sull'Outlet. Poi il primo cittadino ha chiesto che intervenisse un portavoce dei disoccupati al fine di domandare scusa al presidente del consiglio comunale. Dopo una sospensione dell'assise è intervenuto uno dei disoccupati che si è detto dispiaciuto di quello che è accaduto pur rimarcando la forte critica nei confronti dell'amministrazione comunale per gli inesistenti risultati ottenuti finora dalla giunta comunale che avrebbe, a suo dire, disatteso tutti gli impegni assunti nei vari incontri con la delegazione dei disoccupati.
Dopo la pausa, il consiglio comunale è proseguito con un intervento da parte dello stesso Giuseppe Tartaglione, sempre più protagonista del nuovo corso politico dell'era De Angelis. Il presidente, ceduto lo scranno alla vice presidente Delle Curti, si è seduto fra i banchi di opposizione ed ha approcciato una lunga arringa che esaltava il lavoro svolto dal gruppo politico di appartenenza sia nella fase attuale che nella scorsa consiliatura. Inoltre ha spiegato la vicenda che vede Fratelli d'Italia fortemente contrari alla recente approvazione della delibera riguardante la variante in ampliamento al piano di lottizzazione presentato dalla società Capri2. Infine ha chiesto al consiglio comunale di votare a favore della mozione che prevedeva il ritiro in autotutela della delibera approvata dalla giunta al fine di far sottoscrivere una convenzione che sancisse precisi impegni occupazionali per i disoccupati di Marcianise da parte della struttura commerciale. La proposta è stata, però, accolta con un gelo totale da parte del resto della maggioranza (Pdl, Ncd, Sci e Fi) che hanno fatto capire sin da subito di non essere disposti ad accondiscendere alle pretese di FdI. L'opposizione ha prontamente attaccato il centrodestra stigmatizzando la conduzione dell'intera vicenda sulla questione ampliamento outlet. In particolare il consigliere Pasquale Pero (Pd) ha parlato di una farsa sia nei confronti della città che degli imprenditori e di una totale mancanza di una linea comune da parte della maggioranza sulle questioni del lavoro e dello sviluppo. Dopo varie sospensioni e riunioni di maggioranza, di fronte all'impossibilità di trovare una quadra tra i partiti di centrodestra, il presidente dell'assise Giuseppe Tartaglione ha deciso di abbandonare l'aula. A questo punto la mozione di FdI è stata messa al voto e bocciata definitivamente dall'assise con l'astensione delle minoranze.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Attualità

AstraDay, prenotazioni ‘accavallate’: l’Asl cambia gli orari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento