Politica

Primarie Pd, Abbate mette paura a Caputo e ai deputati uscenti: ridotti i seggi. Graziano fa pubblicita' a pagamento in barba al regolamento

Caserta - Man mano che la campagna elettorale per le primarie del Partito Democratico va avanti, si comprende sempre più il perchè buona parte dell'establishment del partito abbia insistito sulle dimissioni di Dario Abbate dalla carica di...

081615_dario_abbate_ftv

Man mano che la campagna elettorale per le primarie del Partito Democratico va avanti, si comprende sempre più il perchè buona parte dell'establishment del partito abbia insistito sulle dimissioni di Dario Abbate dalla carica di segretario provinciale: si tratta del candidato con maggiori chance di vincere. Lo dimostra anche quello che è avvenuto ieri, quando il coordinamento per la gestione tecnica delle operazioni di voto, a maggioranza, ha stabilito una drastica ed inopportuna diminuzione dei seggi che ha il chiaro obiettivo di limitare la partecipazione degli elettori al fine di mettere in difficoltà i candidati fortemente radicati in alcune aree territoriali provinciali. Tra questi vi è certamente Dario Abbate che nell'hinterland marciansiano (Marcianise, Capodrise, Macerata Campania, Portico e S.Marco Evangelista) ma anche a Sessa Aurunca gode di un ottimo consenso. Ma la decisione di ieri ha uratato anche i renziani di Carlo Marino. Gennaro Falco, Franco Passaro e Pietro Canzano, rispettivamente in rappresentanza del candidato Carlo Marino, Loredana Affinito e Raffaella Zagaria, hanno contestato la "ricostruzione" della platea dei votanti di Sessa Aurunca, nonché la scelta di accorpare in una unica sede, vale a dire la Chiesa del Buon Pastore (Piazza Pitesti), tutti i sette seggi che, nella Città capoluogo di Provincia, erano stati predisposti per le Primarie dello scorso 25 Novembre.
Intanto continua la campagna elettorle dei 10 candidati. "Avverto in queste ore" - spiega Franco Capobianco - "l'esigenza e la fortissima richiesta di ricostruire un rapporto con la base territoriale dei circoli del Pd e sono lusingato dalle tantissime attestazioni di stima di quanti, in queste ore, hanno individuato nella mia persona un chiaro punto di riferimento politico su cui fare affidamento per un progetto che va ben oltre l'appuntamento di sabato prossimo e che si sgancia da pacchetti e dinamiche da tempo precostituite, a cui sono state legate scelte ed orientamenti degli ultimi anni".

"Bisogna abbandonare - spiega Loredana Affinito - la logica delle grandi opere gestite dallo Stato e concentrarsi, invece, sulla manutenzione e sulle piccole e medie opere gestite direttamente dagli enti locali, come la costruzione degli asili nidi e gli interventi per decongestionare il traffico, per migliorare il trasporto pubblico locale, per il recupero ambientale, per la messa in sicurezza degli edifici siti in aree critiche e per migliorare per l'efficienza energetica".
Infine fa discutere il caso del deputato uscente Stefano Graziano che in barba al regolamento stabilito dalla direzione nazionale del Pd per la primarie, sta facendo inserzioni a pagamento sul circuito "google adwords".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie Pd, Abbate mette paura a Caputo e ai deputati uscenti: ridotti i seggi. Graziano fa pubblicita' a pagamento in barba al regolamento

CasertaNews è in caricamento