menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

GD: con Pascarella e Curci per la Maddaloni dei diritti

Maddaloni - Fare politica negli anni del post-ideologismo di massa è sicuramente scelta ardua per ogni giovane volenteroso che vuole provare a costruire un percorso di rinascita della propria comunità.Tre anni fa, quando i Giovani Democratici sono...

Fare politica negli anni del post-ideologismo di massa è sicuramente scelta ardua per ogni giovane volenteroso che vuole provare a costruire un percorso di rinascita della propria comunità.Tre anni fa, quando i Giovani Democratici sono nati, sicuramente per molti di noi sarebbe stato più comodo restarsene in casa, facendosi magari portatori di una critica sociale che sarebbe comunque rimasta fine a se stessa, senza accompagnare all'idea l'azione.Nel corso del tempo, la militanza ci ha mostrato innanzitutto l'identità di molti termini e condizioni umane come la solidarietà, i diritti individuali, la democrazia, il rispetto per le opinioni altrui, la condivisione, troppo spesso solo vuoti slogan elettorali. E' proprio nel corso di questo cammino attraverso il paese reale che è cresciuto in noi il desiderio di porci quali messaggeri di una nuova idea di città, dove i caratteri sopracitati non siano solamente un pregio di pochi ma una caratteristica di molti.La condizione in cui versa Maddaloni è metonimia di uno stato di degrado civile e morale di cui è difficile tracciare i limiti geografici. I casi di cronaca degli ultimi giorni danno la conferma di come buona parte della politica che ha gestito le istituzioni negli ultimi anni abbia miseramente fallito. Un paese che non riesce ad assicurare la sicurezza e la libertà dei propri cittadini non merita di essere considerato tale. C'è bisogno, in tal senso, di programmare una sincera campagna di sensibilizzazione ai principi della legalità, affiancata da un piano di messa in sicurezza della città. Non è secondaria, inoltre, la grave crisi che ha colpito i partiti, i quali si dimostrano ben lontani dall'essere quello sportello di richiamo e di rappresentanza per l'elettorato. Noi GD abbiamo cercato di riportare la forma partito alla sua condizione originaria, non come molti professionisti della politica che oggi si nascondono sotto la maschera del civismo. Abbiamo promosso innanzitutto l'associazionismo, attraverso varie attività di carattere culturale come cineforum, biblioteca libera, discussioni tematiche. A ciò vanno aggiunte le numerose battaglie condotte sul territorio. Ci preme ricordare quella per la restituzione dell'ex-macello ai giovani. Circa 2 anni fa abbiamo presentato in Consiglio Comunale una petizione al riguardo con relativa richiesta all'allora amministrazione di centrodestra guidata da Antonio Cerreto. La nostra proposta fu approvata all'unanimità dai presenti, ma si è deciso di non passare mai ai fatti. Non va dimenticata la questione della Cementir, laddove forse siamo stati tra le prime forze politiche ad affermare il proprio NO al proseguo delle attività estrattive. Un NO che tuttavia rimandava e ancora rimanda a tanti SI, come la richiesta a Cementir di un programma di riconversione della zona interessata, per garantire un futuro occupazionale ai tanti lavoratori che potrebbero trovarsi tra qualche anno privati del proprio posto di lavoro, nel momento in cui il cementificio non potrà più estrarre. Da sottolineare, inoltre, le campagne da noi condotte a favore dell'economia sociale, dell'istituzione del registro delle unioni civili (in modo tale da permettere a persone dello stesso sesso di poter accedere a quei diritti previsti per ogni nucleo familiare), del testamento biologico, della rendicontazione on-line delle spese comunali e dell'anagrafe degli eletti, dell'acqua pubblica, così come la possibilità di dotare la città di un Teatro Comunale, per un paese ricco di tradizione artistica che merita una riqualificazione non solo del paesaggio ma anche del patrimonio culturale che riesce ad offrire.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Attualità

'AstraDay', il sito dell'Asl va subito in tilt per migliaia di accessi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento