menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittime della strada, patto tra associazioni Il protocollo dintesa tra Aifvs e A16-uniti per la vita

Aversa - Richiamare l'attenzione sugliincidenti stradali per porre un freno ad una strage di innocenti, ormaisenza limiti. I casi di pirateria che hanno dato esiti mortali o lesionipermanenti non si contano più. Nasce da queste tristi...

Richiamare l'attenzione sugliincidenti stradali per porre un freno ad una strage di innocenti, ormaisenza limiti. I casi di pirateria che hanno dato esiti mortali o lesionipermanenti non si contano più. Nasce da queste tristi premessel'iniziativa che le associazioni "Uniti per la vita" e "Mamme coraggio" siapprestano a mettere in campo domenica nella città di Pozzuoli, inoccasione della Giornata dedicata alle vittime della strada. "Non cifermeremo finché l'autorità giudiziaria non prenderà gli opportuniprovvedimenti contro gli autori delle tragedie - annunciano leassociazioni - In attesa dei tempi della giustizia, continueremo le nostrebattaglie per dare voce ai nostri cari che non ci sono più".L'Associazione Italiana Familiari Vittime della Strada delle sedi diPozzuoli e di Aversa annuncia, infatti, un protocollo d'intesa che saràfirmato nei prossimi giorni con il gruppo delle Mamme Coraggio el'associazione "Vittime A16- Uniti per la vita", sorta in seguitoall'incidente di Monteforte Irpino in cui morirono 40 persone. Quasi tutteresidenti a Pozzuoli. Gli enti associativi, da tempo impegnati in unamirata sensibilizzazione sociale per scuotere le coscienze e motivareall'impegno di difesa dei diritti umani, si dichiarano pronti a denunciareil mancato rispetto del Codice della strada sui territori della provinciadi Napoli Caserta Aversa e Agro Aversano. Non solo attraverso gli organidi stampa, ma facendo riferimento direttamente alla Prefettura, allaMotorizzazione Civile e agli enti comunali. "Non ci vogliamo sostituirealle forze dell'ordine ma a partire da oggi la nostra lotta sarà più dura- affermano i sodalizi - Questa iniziativa di domenica rappresenta ilprimo passo di questa sinergia che servirà ad accendere i riflettori sullastrage stradale affinché tutti possano assumersi maggiori impegni per lasoluzione". All'incontro, fissato per il fine settimana in piazza a Mare,dove saranno installate 60 croci bianche, seguirà una Santa messapresieduta dal vescovo Pascarella nel Rione Toiano dove sarà recitata unapreghiera per tutti coloro che hanno perso la vita sull'asfalto. Un modoper dare luce al drammatico problema dell'incidentalità stradale checontinua a macchiare di sangue il territorio dei Campi Flegrei Aversa eAgro Aversano. La città di Pozzuoli, nel pomeriggio del 11/11/2014 haillustrato alla stampa e cittadini il programma dell'evento, detiene iltriste primato nella provincia di Napoli Caserta Aversa e Agro Aversanoper essere una delle realtà più pericolose per l'alto numero di scontrisull'asfalto. L'indice di mortalità, secondo un'indagine condottadall'Istat sulla Campania in collaborazione con le cinque Prefetture, è di1.7 mentre quello di lesività è del 163.6. Un'emergenza sociale spessolegata alle precarie condizioni delle vie del territorio e all'assenza diuna corretta segnaletica orizzontale e verticale. Troppi morti sullestrade, troppe vite spezzate, famiglie distrutte. Un bilancio che alivello nazionale viene a volte ascoltato con colpevole indifferenza comese si trattasse solo di numeri da dimenticare in fretta. Ma dietro quellecifre, ci sono delle vite; sorrisi di bambini e ragazzi, che nonillumineranno più i rispettivi volti. "Si muore troppo sulle nostre strade- dichiarano i promotori della manifestazione a Pozzuoli - Non chiediamoniente se non una maggiore attenzione alla vita degli altri e magaripartecipazione a queste iniziative anche come semplici spettatori.Soltanto insieme possiamo difendere la legalità sulle strade".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento