Politica

Puc, Martone: Tutti i Nodi Vengono al Pettine

(Vairano Ptenora) "Come dice il lapidario,intramontabile detto antico "Tutti i Nodi Vengono al Pettine", alla fine è venuto al pettine il nodo del PUC,Piano Urbanistico, di Vairano Patenora. Ne avevamo fatto oggetto centrale della scadenza...

(Vairano Ptenora) "Come dice il lapidario,intramontabile detto antico "Tutti i Nodi Vengono al Pettine", alla fine è venuto al pettine il nodo del PUC,Piano Urbanistico, di Vairano Patenora. Ne avevamo fatto oggetto centrale della scadenza elettorale amministrativa del 6-7 maggio, nonostante alla fine siano prevalse le illusioni sulle solite promesse clientelari sul solito pateracchio urbanistico.
Ieri la Provincia ha convocato tutti i sindaci per comunicargli quale condotta avere e quali scadenze con il PTCP approvato e oramai operante. Rispetto alla situazione Vairanese i dirigenti preposti non hanno avuto parole per descrivere il comportamento dell'amministrazione uscente, richiamata più volte sulla improponibilità del PUC adottato dalla Giunta Robbio con la nuova procedura, tra l'altro con estremi di possibile decadenza per aver proceduto alla valutazione delle osservazioni dopo i perentori 60 giorni previsti dalla Legge. Responsabilità ancora più gravi se si tiene conto che la scorsa minoranza consiliare chiese la convocazione per Legge, sulla questione PUC, prima che il Consiglio entrasse nella fase di pura ordinarietà e urgenza in prossimità del rinnovo amministrativo; cosa a cui illegalmente venne un rifiuto alla obbligatoria convocazione entro i 20 giorni dalla richiesta.
Alla fine le indicazioni suggerite sono tre: 1) Nonostante alcune illegittimità potete presentare,se volete, il PUC così come è, ma ve lo tagliamo per non meno del 50% rispetto alle previsioni e comunque siete costretti a rifarlo di sana pianta; 2) Correggete la procedura avviata secondo le regole e gli obiettivi del PTCP con attuazione piena della Delibera Regionale del 2011, riaprendo le osservazioni nell'ambito del Consiglio Comunale e dovete terminare tutta la procedura entro 25 luglio 2013; 3) Avviate da capo tutta la procedura per dotarvi del PUC secondo la medesima Delibera Regionale e il medesimo PTCP, con un nuovo incarico tecnico che dovete dare entro il 25 luglio 2013 e terminare la procedura di adozione PUC entro gennaio 2014.

In ogni caso, se non vengono rispettate le scadenze del luglio 2013 e gennaio 2014, la Provincia nominerà un commissario ad acta.In conclusione, certo, non vi è dubbio, la responsabilità non è certo dell'attuale amministrazione se non quella di aver incassato il blocco moderato dell'80% di consensi nello scorso maggio, fondato sull'illusione di continuare sul blocco di interessi, dai più piccoli e individuali a quelli speculativi edilizi, in un uso privato e devastante del territorio vairanese, continuando nell'abbandono del patrimonio dei centri storici, anche dei fanatici solo a parole di "salviamo il castello".
Chi pensava che questo grande nodo pregiudiziale e storico fosse acqua passata e tale da non impegnare la nuova Amministrazione e il nuovo Consiglio, è rimasto deluso. La questione PUC e quale uso del territorio vairanese rimane la questione centrale della nuova Consiliatura e dove si formeranno le nuove alleanze,i nuovi riferimenti sociali e anche i nuovi conflitti. Ci è di dovere dare tutto il nostro contributo e impegno di gruppo Torre a iniziare dalla nostra disponibilità a una doverosa conferenza stampa che chiediamo al Sindaco Cantelmo di indire congiuntamente ai due capigruppo di maggioranza e minoranza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puc, Martone: Tutti i Nodi Vengono al Pettine

CasertaNews è in caricamento