Lunedì, 21 Giugno 2021
Politica

Melone (Iacp) continua la lotta contro chi ha occupato abusivamente abitazioni

Caserta - Continua la lotta contro chi ha occupato abusivamente abitazioni dell'Istituto Autonomo Case Popolari, da parte del commissario dell'Ente, Vincenzo Melone. Dal dicembre del 2011 ad oggi sono state effettuate più di cinquanta...

Continua la lotta contro chi ha occupato abusivamente abitazioni dell'Istituto Autonomo Case Popolari, da parte del commissario dell'Ente, Vincenzo Melone. Dal dicembre del 2011 ad oggi sono state effettuate più di cinquanta denunce-querele presentate sia alla Questura di Caserta, che al Comando Provinciale dei Carabinieri del capoluogo contro chi vive senza averne diritto negli alloggi dello Iacp. Denunce che sono state presentate indipendentemente dalle ordinanze di sfratto che spettano ai sindaci dei rispettivi comuni interessati.I casi più numerosi di occupazioni abusive si sono presentati a Caserta, Santa Maria Capua Vetere e Maddaloni.
"Procederemo nei confronti di queste persone senza indugio - ha dichiarato il commissario Melone - è assolutamente necessario ripristinare la legalità".Un altro fronte caldo è quello delle domande di sanatoria presentate fino al luglio del 2012. I richiedenti sono stati 970, potevano chiedere di sanare solo coloro che avevano occupato alloggi entro l'anno 2009.

"Nei confronti di queste richieste - ha detto ancora il commissario - stiamo procedendo di concerto con l'Agenzia delle Entrate, perché una delle condizioni necessarie per ottenere la sanatoria è quella di avere un reddito basso. Per questo stiamo predisponendo l'elenco delle richieste per trasmetterle alla Finanza e all'Agenzia delle Entrate in modo che verifichino l'autenticità delle autocertificazioni di reddito familiare. Se il reddito superasse i limiti previsti dalla legge le domande verranno rigettate e non inviate alla commissione provinciale che è presieduta dal giudice Alberto Pacelli".
Poi il commissario fa un altro annuncio: "L'istituto ha intenzione di verificare tutte le autocertificazioni sul reddito presentate dagli assegnatari per verificare che siano giuste".Insomma sotto la lente di Finanza ed Agenzia delle Entrate non ci saranno solo i redditi di chi ha chiesto la sanatoria, ma quelli di tutti coloro che abitano case dello Iacp. Un lavoro che non sarà certo semplice e che richiederà soprattutto molto tempo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melone (Iacp) continua la lotta contro chi ha occupato abusivamente abitazioni

CasertaNews è in caricamento