Sabato, 15 Maggio 2021
Politica

Pentito camorra Vargas rivela: Cosentino incontro' Sandokan e chiuse accordo per centrale termoelettrica di Sparanise

Santa Maria Capua Vetere - Nicola Cosentino avrebbe incontrato il capo dei Casalesi, Francesco Schiavone detto "Sandokan", per parlare di appalti e politica. Ed avrebbe "chiuso" per conto del clan la tangente per la centrale termoelettrica di...

121540_cosentino_forza_Campania

Nicola Cosentino avrebbe incontrato il capo dei Casalesi, Francesco Schiavone detto "Sandokan", per parlare di appalti e politica. Ed avrebbe "chiuso" per conto del clan la tangente per la centrale termoelettrica di Sparanise (Caserta) "per circa 15-20 mila euro". Lo ha affermato il pentito Roberto Vargas nel'udienza del processo 'Il principe e la scheda ballerina" al tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Caserta) che vede imputato l'ex sottosegretario. "Cosentino - racconta il collaboratore di giustizia - si incontrava con Schiavone nel retrobottega del negozio di scarpe di Vincenzo Cantiello (parente del boss Salvatore Cantiello, ndr.) e parlavano di appalti e politica. Ero lo stesso Cantiello che me lo disse nel 2003". Vargas risponde alle domande del pm Fabrizio Vanorio, specificando che "Cosentino, cosi' come diceva Nicola Schiavone (figlio del boss, ndr), era sempre a loro disposizione".
Riferendo ancora degli appalti per la centrale termoelettrica, il collaboratore di giustizia spiega che "Nicola Schiavone e Giuseppe Misso mi dissero che avevano chiuso la questione con Cosentino. A mio fratello Pasquale fu assegnata, nel 2003, la zona di Sparanise per le estorsioni dove il referente era Giuseppe Papa. Quando ci fu il problema di chiedere la tangente alle ditte che stavano realizzando la centrale, Nicola Schiavone mi disse che era tutto a posto perché la questione l'aveva curata Cosentino chiudendo per 15-20mila euro al mese per qualche anno. Questi soldi Cosentino, mi disse Schiavone, li avrebbe consegnati a Nicola Panaro". Intanto un nuovo accusatore per Nicola Cosnetino. Collabora infatti da mesi con i pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli Giuseppe Valente, ex dirigente del consorzio Ce4-Eco4 che con la complicita' del boss dei Casalesi Francesco Bidognetti fece aggiudicare una gara d'appalto ai fratelli Orsi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pentito camorra Vargas rivela: Cosentino incontro' Sandokan e chiuse accordo per centrale termoelettrica di Sparanise

CasertaNews è in caricamento