Politica

Impianto Ponteselice, gruppo federato esprime lassoluta contrarieta'

Caserta - La deliberazione della GM di Caserta avente ad oggetto "studio di fattibilità di un impianto di selezione di materiali riciclabili dal rifiuto indifferenziato e trattamento biologico del rifiuto" , come già accaduto in un recente passato...

La deliberazione della GM di Caserta avente ad oggetto "studio di fattibilità di un impianto di selezione di materiali riciclabili dal rifiuto indifferenziato e trattamento biologico del rifiuto" , come già accaduto in un recente passato, risulta non coerente con le vigenti disposizioni di legge in materia di gestione dei rifiuti a valle della raccolta.Il piano di gestione dei rifiuti urbani della regione Campania, unico strumento di programmazione e pianificazione vigente, non prevede, infatti, alcun impianto di trattamento dei rifiuti urbani nel territorio del comune di Caserta, tantomeno nell'area ASI denominata Ponteselice. Nello specifico, il piano regionale non solo evita di inserire Caserta e l'area ASI Ponteselice nell'elenco dei siti idonei alla realizzazione di impianti per il trattamento dei rifiuti urbani, ma addirittura impone un vincolo di irrealizzabilità.Il suddetto vincolo è puntualmente ripreso nel piano di gestione dei rifiuti urbani della provincia di Caserta, approvato ma non vigente, ma è ignorato dalla deliberazione di giunta del comune di Caserta che basa il presupposto di fattibilità su un disegno di legge approvato dalla giunta regionale della Campania.
Il gruppo federato al comune di Caserta esprime l'assoluta contrarietà all'iniziativa del sindaco Del Gaudio perché assolutamente irrealizzabile sia da un punto di vista normativo, di sostenibilità ambientale e di qualità della vita nella nostra amata città.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Impianto Ponteselice, gruppo federato esprime lassoluta contrarieta'

CasertaNews è in caricamento