Politica

Napolano (Sel): 'Un voto per la svolta'

Caserta - Vent'anni di governo della destra populista hanno messo in ginocchio l'Italia. Hanno distrutto legami sociali, impoverito le persone, rapinato le risorse economiche e naturali, garantito i grandi poteri, imbavagliato e depotenziato ogni...

071218_napolano

Vent'anni di governo della destra populista hanno messo in ginocchio l'Italia. Hanno distrutto legami sociali, impoverito le persone, rapinato le risorse economiche e naturali, garantito i grandi poteri, imbavagliato e depotenziato ogni forma di opposizione democratica. La sistematica distruzione del sistema di welfare e di quello dell'istruzione e della conoscenza stanno ipotecando seriamente il nostro comune futuro. Anche in Europa ci siamo allineati al pensiero unico dei grandi poteri economico finanziari, che sta disgregando l'Unione e strangolando interi Paesi.Per questo c'è bisogno di un cambiamento radicale, che rimetta al centro dell'agenda politica i principi fondamentali della nostra Costituzione e i diritti che garantisce a tutti i cittadini e le cittadine: l'uguaglianza, il lavoro, il reddito, la sicurezza sociale, i diritti sociali, civili e culturali, la responsabilità sociale delle imprese, la difesa dell'ambiente, l'equità e la partecipazione attiva dei cittadini. Dobbiamo costruire un nuovo modello di sviluppo equo e sostenibile.L'Arci, associazione di promozione sociale e culturale, ha continuato a svolgere in questi anni difficili il ruolo di animatore dei territori, promuovendo socialità e partecipazione. Ha messo in campo iniziativa politica ed elaborazione culturale. Ha lavorato con altre organizzazioni del terzo settore, reti e movimenti sociali, sindacati ed enti locali, per costruire un'alternativa alla deriva populista. Il nostro progetto associativo si propone di dare voce a chi non ce l'ha e offrire alle persone l'opportunità di essere protagoniste in prima persona della costruzione di un mondo migliore.Con l'autonomia che ha sempre caratterizzato la nostra iniziativa, all'appuntamento elettorale del 24 e 25 febbraio, il cui esito sarà decisivo per garantire al paese la svolta di cui c'è drammaticamente bisogno, l'ARCI ha invitato tutti e tutte ad un impegno straordinario per sostenere i partiti del centro-sinistra. Lo faremo promuovendo iniziative, incontri di approfondimento e conoscenza sui temi che ci stanno a cuore, coinvolgendo il maggior numero di cittadini in un confronto costante con le forza politiche, sostenendo in particolare i candidati e le candidate che sono espressione della nostra associazione.Io stesso, in qualità di presidente provinciale dell'ARCI Caserta ho sentito il bisogno di impegnarmi in prima persona per sostenere il programma della coalizione di Centrosinistra 'Italia Bene Comune', candidandomi al Senato nelle liste di Sinistra Ecologia Libertà. Una scelta che mira ad affermare, dopo decenni di emarginazione della sinistra dalle scelte strategiche, quei principi che rendono civile un paese, e che si basano sulla dignità del lavoro. la solidarietà sociale, la lotta alle mafie e al razzismo, la valorizzazione della scuola, la ricerca e l'università, la tutela dell'ambiente e dei beni comuni, il riconoscimento di diritti oramai patrimonio diffuso dell'Europa comunitaria.Il voto di domenica e lunedì può consentire di avere una sinistra di governo, con un programma concreto di riforme, per dare finalmente risposte alle esigenze di milioni di italiani rimasti in questi anni senza alcuna rappresentanza politica.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napolano (Sel): 'Un voto per la svolta'

CasertaNews è in caricamento