menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
070902_big_bang_caserta

070902_big_bang_caserta

Congresso Regionale Pd, Big bang Caserta a sostegno dei territori

Caserta - Strutturazione di Big bang Caserta (l'associazione di iscritti e non al Pd facente capo al sindaco di Firenze), il congresso regionale, le liste per l'assemblea regionale, la proposta programmatica e il protagonismo della provincia di...

Strutturazione di Big bang Caserta (l'associazione di iscritti e non al Pd facente capo al sindaco di Firenze), il congresso regionale, le liste per l'assemblea regionale, la proposta programmatica e il protagonismo della provincia di Caserta: sono questi i temi principali di cui si è discusso nell'affollata riunione che si è tenuta lunedì sera nella sede del Partito Democratico di via Majelli a Caserta. "Big Bang - ha ricordato Carlo Marino - tiene dentro quelli che sono 'innamorati' della proposta politica di Matteo Renzi ma che ancora non sono innamorati del Partito Democratico. Ma noi - ha aggiunto - siamo il Pd, né ci riteniamo solo una parte di esso. Non ci interessano posizionamenti ne' carriere personali. Lavoreremo per un nuovo protagonismo della provincia di Caserta ed è anche su questo che fonderemo il nostro sostegno a Susy Tartaglione candidata per l'area Renzi alla segreteria regionale del Pd campano". Proprio in vista dell'appuntamento congressuale del 16 febbraio da via Maielli è partito l'input per l'unità dei renziani in provincia di Caserta. "Tutti quelli - ha ribadito Marino - che in provincia si ritrovano nell'idea del nostro segretario nazionale e che vogliono trasferire anche in questo congresso regionale quella piattaforma politica devono ritrovarsi in liste unitarie, forti e innovative".

Ma dall'incontro di via Maielli è emersa la necessità anche di affrontare le tante difficoltà riscontrate dai democratici presenti sui singoli territori per i congressi di circolo. Tante le realtà territoriali presenti, con delegazioni da Caserta città, Marcianise, Maddaloni, Santa Maria Capua Vetere, Cancello e Arnone, San Marco Evangelista, Pietravairano, Capodrise, Valle di Suessola, Carinaro, Aversa, Parete, Sparanise, Sessa Aurunca, Vairano, Casal di Principe, San Cipriano, Carinola, Teano, Castel Volturno, Rocchetta e Croce, Alife, Villa Literno, Sant'Arpino, Casagiove, Portico, Macerata, Falciano, Mondragone e Cellole. E dagli interventi di alcuni di essi è emersa soprattutto la difficoltà di rinvenire un'unica linea di condotta del partito sui congressi. "In alcune realtà si frena, in altre si accelera. Il congresso provinciale è finito e al di là delle aree di appartenenza il partito deve ricordare che deve essere unito per poter rappresentare una valida alternativa al centrodestra. Per questo a breve sottoporremo questi casi alla segreteria provinciale perché siano affrontati con serietà e chiarezza", ha preannunciato Carmine De Lucia che ha moderato i lavori dell'incontro.
A conferma del radicamento sul territorio e nel partito, l'assemblea Big Bang si è complimentata con i neo eletti segretari di circolo Erasmo Fava a Falciano, Salvatore Mataluna a Maddaloni, Aniello Di Maio a San Marco Evangelista e Paola Coen a Castelvolturno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

'AstraDay', 24 ore di vaccino per tutti a Caserta: ecco come prenotarsi

Ultime di Oggi
  • Attualità

    La Brigata dei vaccini festeggia le 100mila dosi in 2 mesi | FOTO

  • Cronaca

    Docente e 5 studenti positivi, chiusa la scuola media

  • Cronaca

    Dissequestrati due lidi dopo il ricorso al Riesame

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Gomorra 5, riprese nel Casertano: fan in delirio

  • social

    Paura per Awed: sviene all'Isola dei Famosi: "Dimagrito troppo"

  • social

    Nonna Rosa festeggia 101 anni: l'omaggio del sindaco | FOTO

Torna su

Canali

CasertaNews è in caricamento