Politica

Riprendono i lunedi' di speranza: 5 incontri su temi centrali per lo sviluppo della citta'

Caserta - Sono trascorsi ormai due anni dalle ultime elezioni amministrative, che sancirono, oltre all'elezione del Sindaco Del Gaudio, il successo sorprendente di Speranza per Caserta, il movimento di cittadinanza attiva che conquistò oltre il 6%...

Sono trascorsi ormai due anni dalle ultime elezioni amministrative, che sancirono, oltre all'elezione del Sindaco Del Gaudio, il successo sorprendente di Speranza per Caserta, il movimento di cittadinanza attiva che conquistò oltre il 6% delle preferenze di lista e due scranni a Palazzo Castropignano. Durante quella campagna elettorale, centinaia di casertani affollarono l'open space dell' OfCA di via Cesare Battisti nei quattro "Lunedì di Speranza", nei quali il movimento costruì, attraverso una straordinaria partecipazione popolare, il programma di governo della città. Ne è passata di acqua sotto ai ponti, ed è venuto il momento per Speranza di riannodare il filo con le cittadine ed i cittadini casertani, attraverso un nuovo ciclo di incontri, fissati ancora una volta, secondo una fortunata tradizione, di lunedì. Cinque incontri tematici incentrati su aspetti rilevanti del territorio, con autorevoli ospiti, sia locali che nazionali, durante i quali racconteremo le nostre proposte di questi due anni (interrogazioni, mozioni peraltro bocciate), parleremo di ciò che l'Amministrazione ha fatto (spesso sbagliando) o non ha fatto, e presenteremo tante altre buone pratiche che proveremo a veicolare nelle troppo spesso sorde "stanze del potere" casertane.
Si inizia lunedì 22 aprile alle ore 17.30, dove presso l'Università degli Studi di via Vivaldi si tornerà a parlare di un tema di scottante attualità, quello del ciclo dei rifiuti in cui spesso manca la proposta e tende invece a farsi sentire solo la protesta. Speranza ritiene che sia praticabile invece una nuova strada, che miri al recupero della materia ed alla riduzione della produzione dei rifiuti. Interverrà Alessio Ciacci, Assessore all'Ambiente del Comune di Capannoni (Lucca), impegnato da anni nel percorso virtuoso "verso rifiuti zero" con percentuali di differenziata attorno all'80%. Al tavolo dei relatori anche Pietro Carideo dei "Medici per l'Ambiente" e Gianfranco Tozza di Legambiente/Caserta.
Nel secondo appuntamento, invece, si parlerà di un argomento ancora poco apprezzato dalle nostre parti, il "bilancio sociale partecipativo", uno strumento di ascolto volto ad incrementare l'entusiasmo e la partecipazione alla vita politica cittadina, attraverso il coinvolgimento reale e concreto dei cittadini nei processi decisionali. Ne parleranno Giuseppe Vozza, già Sindaco, e Carlo Comes, già Assessore, che hanno sperimentato tale forma innovativa nel governo del Comune di Casagiove, Adriana D'Amico, già Assessora alle Politiche Sociali del Comune di Caserta, che porterà la sua esperienza sull'avvio di un interessante percorso, non portato a compimento per le buie vicende politiche che la videro estromessa dalla Giunta Petteruti. A seguire la musica "partecipata" e popolare del Gruppo folkloristico "A via 'e Perruni", che concluderà la serata.
Il terzo incontro invece verterà sul tema della Pace, con uno stimolante titolo "Militarizzazione del territorio, militarizzazione delle coscienze", che vedrà ospite Antonio Lombardi, pedagogista del Punto Pace Pax Christi di Napoli, ed un intervento di don Nicola Lombardi, Coordinatore di "Caserta Città di Pace". Concluderà la serata Agnese Ginocchio, cantautrice per la Pace.
Nel quarto incontro si discuterà di mobilità sostenibile. Ospite di prestigio, l'architetto milanese Matteo Dondè, esperto di progettazione della ciclabilità e di moderazione del traffico, che ha collaborato con numerosi Comuni avanzatissimi su questa tematica, quale ad esempio Reggio Emilia. Insieme a Dondè, ci saranno Alfredo Bellini, ideatore del blog "BiciZen", Carlo Scatozza, promotore di "CicloturismoCaserta" ed esponenti del Comitato Città Viva, "pionieri" del progetto Piedibus nel quartiere Acquaviva. Al termine, tutti in bici per le vie della città con "Pedali Nella Notte", ormai un 'classico' delle sere d'estate organizzata da FIAB Casertainbici.

Dulcis in fundo, il 10 giugno all'Antico Cortile in via Tanucci, si concluderà il ciclo di appuntamenti, con al centro un tema imprescindibile per il futuro delle nuove generazioni, quello della tutela dei beni comuni, quali ambiente, paesaggio, suolo, e della difesa di un modello di sviluppo, alternativo a quello fondato sulla crescita edilizia che ha devastato un territorio, in virtù di spinte ed interessi particolari, che si sono rivelati inefficaci. Se ne parlerà con Maria Carmela Caiola di Italia Nostra, Nicola Sorbo di Slow Food/Salviamo il Paesaggio, Raffaele Cutillo, architetto dello Studio OfCA e Pilar, al secolo Ilaria Patassini, testimonial di Legambiente per la campagna "Italia, Bellezza, Futuro". Al termine Pilar, accompagnata dal chitarrista Alessandro Girotto, canterà alcuni brani, tratti dal suo ultimo album "Sartoria italiana fuori catalogo", capaci di esprimere tutta la sua personalità in una semplice, toccante ed espressiva voce cantante.
Speranza per Caserta invita tutti i cittadini, le Istituzioni, gli Ordini Professionali, le Associazioni e quanti interessati ai temi proposti ad intervenire e ad arricchire i contenuti degli incontri, che dovranno servire anche per veicolare tutte le proposte della società civile, ancora sempre lontana dalle decisioni delle Amministrazioni locali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riprendono i lunedi' di speranza: 5 incontri su temi centrali per lo sviluppo della citta'

CasertaNews è in caricamento