Politica

Il lessico del potere e il potere del lessico negli Ausili ad assorbenza

Casagiove - Ieri mattina, uscendo di casa, dall'auto, per abitudine, ho lanciato uno sguardo al tabellone che ospita gli annunci pubblicitari e gli avvisi pubblici. Un manifesto dell'ASL CE 1 e, in particolare, il suo titolo, in grassetto e in...

Ieri mattina, uscendo di casa, dall'auto, per abitudine, ho lanciato uno sguardo al tabellone che ospita gli annunci pubblicitari e gli avvisi pubblici. Un manifesto dell'ASL CE 1 e, in particolare, il suo titolo, in grassetto e in rosso, contenente gli "AUSILI AD ASSORBENZA" ha attratto la mia attenzione. Leggendo tutto il testo ho scoperto che trattasi di un avviso contenente le modalità di consegna, a persone che ne necessitano, di questi oggetti misteriosi.
Naturalmente, chi è appena vispo, arriva a fare la traduzione. In fondo questi aristocratici "AUSILI AD ASSORBENZA", altro non sono che comuni pannoloni.I contorcimenti lessicali delle burocrazie, sempre dannosi, credo debbano essere contrastati con fermezza perchè i cittadini, e soprattutto i più deboli, ai quali si parla attraverso l'avviso, hanno il sacrosanto diritto di ricevere informazioni chiare, immediatamente comprensibili e conseguenti servizi efficienti.

L'uso di termini come "AUSILI AD ASSORBENZA" al posto di un comprensibilissimo ed immediato e financo, tenero "PANNOLONE" sa già di mancanza di rispetto, di distanza, di spocchia. Il diritto ad una informazione diretta e semplice non è una mia invenzione, ma un'esigenza avvertita, da tempo, e codificata fin dal 2002 dalle "Direttive sulle semplificazioni dei linguaggi dei testi amministrativi" (Ministero Funzione Pubblica) e ripresa in grande stile, nel 2011, da una Guida prodotta, in un lavoro comune, dall'Accademia della Crusca e dell'Istituto di teorie e tecniche dell'Informazione Giuridica del CNR. In totale 115 pagine, che credo, assai pochi in Italia, abbiano letto e ancor meno abbiano deciso di seguire.Questa Guida, al Paragrafo 12, pagina 25, sotto il titolo, " Scelta e uso delle parole", recita letteralmente: "Scegliere la parola che esprime un dato concetto nel modo più preciso, chiaro, univoco usando di preferenza parole dell'italiano comune".
In quale italiano comune avete mai incontrato gli aulici "AUSILI AD ASSORBENZA"?.....Personalmente, con molto garbo e senza acrimonia, consiglio l'uso di questi ausili per assorbire le gocce d'arroganza e di saccenza distillanti da un potere, che anche nel linguaggio si destina ad essere odioso e, ahinoi!, spesso nemico, della gente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lessico del potere e il potere del lessico negli Ausili ad assorbenza

CasertaNews è in caricamento