Domenica, 13 Giugno 2021
Politica

Politiche 2013, i Radicali denunciano irregolarita'

Caserta - Questa campagna elettorale, seppur per alcuni aspetti sia diversa dalle altre è accompagnata, sempre, da una sistematica caratteristica, quella dell' affissione selvaggia e abusiva dei manifesti elettorali. Nelle ultime ore Luca Bove...

Questa campagna elettorale, seppur per alcuni aspetti sia diversa dalle altre è accompagnata, sempre, da una sistematica caratteristica, quella dell' affissione selvaggia e abusiva dei manifesti elettorali. Nelle ultime ore Luca Bove, Domenico Letizia, Elio De Rosa, Edoardo de Tommasi, Gianroberto Zampella candidati alla Camera del collegio Campania2 per le lista Amnistia Giustizia e Libertà e i candidati al Senato, Olga Corse, Erminio Zona, Gioia Galeotti, hanno presentato al prefetto di Caserta, dott. Carmela Pagano, una diffida dove vengono segnalate numerose infrazioni nell'affissione dei manifesti elettorali, infatti, in questi giorni i presentatori della lista con la collaborazione dei militanti dell'Associazione Radicale "Legalità e Trasparenza" di Caserta, stanno realizzando una video-inchiesta in merito, in cui oltre alle ripetute violazioni commesse dai vari candidati della partitocrazia risaltano anche quelle delle amministrazioni comunali, in particolar modo per il Comune di Caserta, dove le plance non sono numerate e in alcuni casi è presente ancora materiale elettorale delle passate campagne elettorali. Nella diffida presentata si chiede di adottare tutti gli atti necessari per l'interruzione della sistematica violazione delle leggi, soprattutto elettorali, in corso, anche attivando le necessarie attività di repressione da parte delle forze di polizia, al fine di verificare altre sì l'eventuale esistenza di accordi premeditati da parte di società di affissioni, partiti, singoli candidati, una vigilanza affinché gli uffici comunali competenti pongano in essere tempestivamente atti dovuti quali l'immediata copertura e la conseguente rimozione dei manifesti elettorali abusivi, irrogando le previste sanzioni a carico dei responsabili; vieti con ordinanza l'affissione di manifesti dalle ore 23 e le ore 7 di ogni giorno, ovvero gli orari in cui maggiormente si verifica il fenomeno dell'affissione abusiva, dia disposizioni affinché le plance siano munite di apposita indicazione del partito politico cui ciascuno spazio è riservato (ad esempio con l'affissione del simbolo o del nome della lista) in modo da rendere più difficile la commissione degli illeciti descritti e più agevole la rilevazione dei soggetti responsabili delle violazioni; dia disposizioni affinché sia reso pubblico giornalmente, per ciascuna città, l'elenco delle sanzioni comminate e l'elenco dei partiti e dei candidati multati per affissione abusiva. I candidati della lista Amnistia Giustizia Libertà dichiaro: "Apprezziamo la dichiarazione rilasciata dal Sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, che sollecita la polizia municipale ad intervenire e sanzionare i trasgressori sulle regole per le affissioni elettorali, ma purtroppo, oltre le parole ci aspettiamo dal sindaco dott. Pio del Gaudio azioni concrete e non semplice campagna elettorale". Inoltre i candidati lanciano la proposta delle "giornate del manifesto legale" dove verranno affissi i manifesti delle liste di scopo Amnistia Giustizia Libertà nel rispetto delle regole, riguardanti l'affissione dei manifesti elettorali, e contemporaneamente documentando le infrazioni al codice da parte degli altri schieramenti politici.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politiche 2013, i Radicali denunciano irregolarita'

CasertaNews è in caricamento